Mbappé, manifesto del Futurismo calcistico

Quando Messi e CR7 si saranno ritirati, il mondo cadrà definitivamente ai suoi piedi

di Marco Ghilotti
Marco Ghilotti
(99 articoli pubblicati)
Manchester United v Paris Saint-Germain

Kylian Mbappé come Isaac Asimov. Apparentemente distanti ma stranamente vicini, il calciatore francese e lo scrittore russo (naturalizzato americano) condividono una qualità comune, ovvero quella di essere dei precursori nei loro campi. Asimov viene considerato il profeta della robotica, Mbappé l'esempio di quello che sarà il calcio nel futuro. Tentare di decifrare uno dei talenti più brillanti del mondo calcistico potrebbe aiutarci a capire in che direzione sta andando lo sport più seguito sul pianeta. 

Un mix letale tra R9, Henry e CR7
Il 21 giugno 1997 è una data che molti tifosi italiani, non solo interisti, hanno impressa nella loro mente. É il giorno della presentazione di Ronaldo "O'Fenomeno", il 21enne brasiliano che aveva fatto faville al Barcellona e che era appena diventato il calciatore più pagato della storia (51 miliardi di lire). Un costo, quello del cartellino, facilmente ammortizzato grazie ai 25 gol siglati solo nella prima stagione. Il nostro protagonista invece non è riuscito ad esserlo solo per colpa del suo compagno Neymar, pagato 42 milioni in più (222 contro 180), tuttavia ha ampiamente dimostrato quello di cui è capace. In Ligue 1 i numeri parlano chiaro: 50 gol in 88 partite a soli 20 anni e 2 mesi l'hanno reso il più giovane giocatore a raggiungere quota 50 reti nella massima serie nazionale. Dieci sono invece le volte in cui è andato a segno con la maglia Bleus in 28 incontri disputati, e quattro di questi li ha segnati nel suo primo Mondiale, dove ha siglato il quarto gol francese in finale per poi vincere il premio come miglior giovane del torneo. 

Ma cosa rende Mbappé e Ronaldo paragonabili? Lasciando da parte le cifre esorbitanti spese per loro, quello che li accomuna è il fatto di mostrarci, tramite il loro modo di giocare, la via per il calcio che verrà. Se Olanda-Argentina del 1974 è il match in cui è stato raggiunto l'apice del calcio totale, Francia-Argentina a Russia 2018 è il manifesto del calcio di Kylian da Bondy (Parigi). 

Una partita magistrale, fatta soprattutto di accelerazioni mostruose e tecnica sontuosa. Se R9 era una forza della natura, Mbappé è il figlio del vento e dell'aerodinamica, progettato per correre a grandi velocità con una leggerezza sovrannaturale. L'enfant prodige parigino usa l'esterno e il tacco con un'incredibile naturalezza, sempre e solo per scambiare con i compagni in attesa di un loro lancio che giustifichi un suo scatto in profondità. KM7 non è autosufficiente, come lo era "O'Fenomeno" ma necessita di compagni all'altezza del suo gioco, di compagni che sappiano sfruttare le sue doti enormi. 

Vedendolo, il secondo paragone che scatta è con Henry, dato che entrambi non solo sono capaci di coprire tutto il fronte d'attacco (come Mbappé ha dimostrato contro lo United agendo da "9") ma sono anche abili nella finalizzazione, capaci di capire sempre il momento e il modo giusto per colpire il pallone nelle diverse situazioni. Ciò che però ancora manca al talento parigino è quella visione di gioco di cui il suo connazionale si era dotato soprattutto al Barcellona: il suo è ancora un calcio molto istintivo e reattivo, ciononostante la tecnica c'é e si nota in un batter d'occhio. 

Il terzo paragone a scattare è quello con CR7. Più che per la media realizzativa, i due si possono paragonare in quanto all'ossessione e all'ambizione. Mbappé come Ronaldo sono due calciatori che sono sempre alla ricerca di nuovi limiti da superare, di confini da abbattere. Ciò che li guida è la ricerca nel migliorarsi costantemente, consapevoli che ciò porterà benefici sia a livello individuale che di trofei. Il loro, inoltre, è anche un passaggio di testimone: Kylian è quello che CR7 era da giovane. La mentalità è quella giusta, il talento c'é, manca solo la Champions. Guardando attentamente il soggetto in questione, dubitiamo che tarderà ad arrivare. 

Fonte: l'autore Marco Ghilotti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.