Matías Silvestre, l’uomo dei cambi di maglia repentini

Dagli inizi al Boca Juniors, dal  Catania al Palermo, dall'Inter al Milan per giungere alla Sampdoria e  infine all'Empoli

di Luca95 Meringolo
Luca95 Meringolo
(108 articoli pubblicati)
SS Lazio v Catania Calcio - Serie A

Il 30 Giugno, dopo aver collezionato 35 presenze e 2 gol con l'Empoli Matías Silvestre rimane svincolato e ora è in attesa di una nuova sfida. Ormai sono 11 anni che il centrale argentino gioca in Italia, ma la sua carriera prese il via nel Boca Juniors, dove si affermò negli anni tra il 2002 e il 2008 collezionando 83 presenze e 6 gol. Con il Boca vince 3 campionati Argentini, 2 Coppe  Libertadores, 1 Coppa Intercontinentale, 2 Coppe Sudamericane e 2 Recope Sudamericane. 

Grazie a tutti questi successi il centrale viene notato dal Catania che lo porta in Italia nel Gennaio del 2008. Con il Catania gioca titolare e disputa 126 partite condite da 6 gol, durante la sua militanza nella squadra siciliana viene anche nominato capitano nel Febbraio del 2011 dopo l'addio di Mascara.  Nell'estate del 2011 però c'è il primo cambio di maglia repentino, il centrale infatti viene acquistato dal Palermo. In rosanero colleziona 29 presenze e 5 gol (Nelle stagioni 2011 e 2012 con 11 reti totali risulta il difensore più prolifico della Serie A). 

Viene notato dall'Inter e acquistato nell'estate del 2012. Con i nerazzurri guidati da Stramaccioni colleziona in totale 20 presenze senza segnare nessun gol. La stagione è amara per lui, non riesce ad affermarsi come titolare e l'inter dopo 13 anni non si qualifica per le Coppe Europee. Nell'Agosto del 2013 passa dall'Inter al Milan (Ecco il secondo cambio di maglia repentino), con i rossoneri però farà altrettanto male, collezionando solo 4 presenze e 1 gol nella sconfitta per 3-2 contro il Parma. Esattamente come l'Inter l'anno prima i rossoneri dopo 15 stagioni non si qualificano alle Coppe Europee (Quasi come se in volontariamente Matías Silvestre rappresentasse il decadimento di quel periodo di entrambe le squadre di Milano). 

Silvestre però non si perde d'animo  e dopo le  amarezze di queste 2 stagioni infatti torna ad essere un ottimo centrale nella sua esperienza di 4 anni alla Sampdoria. Nonostante cambino sempre gli allenatori (Mihajlovic, Zenga, Montella, Giampaolo) lui è sempre titolare fisso, accanto a lui crescono giovani centrale come Alessio Romagnoli e Milan Skriniar che vengono acquistati nel tempo da Milan e Inter.  In tutto con la squadra di Ferrero colleziona 132 presenze e 1 gol. 

Nell'estate del 2018 passa all'Empoli dove colleziona 35 presenze e 2 gol, ma nonostante tutto la squadra toscana retrocede in serie B. Attualmente come scritto in precedenza il centrale argentino è attualmente svincolato, ma vedendo i continui cambi di maglia repentini non ci sarebbe da sorprendersi se il prossimo anno ce lo ritrovassimo o con la maglia del Livorno oppure con quella del Genoa. 

Fonte: l'autore Luca95 Meringolo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.