Mancini nuovo ct dell’Italia: tante incognite e poche certezze

Roberto Mancini è ufficialmente il nuovo commissario tecnico dell’Italia. Si prevedono novità in tutti i reparti: poche conferme e molti dubbi da sciogliere.

di Nicola Pintus
Nicola Pintus
(9 articoli pubblicati)
Mancini CT

Prende il via il nuovo corso azzurro, che riparte dopo l’amarissima esclusione dai Mondiali di Russia 2018 con un nuovo CT, Roberto Mancini, che si spera possa risollevare il morale ed il gioco di un’Italia attualmente a pezzi, tutta da ricostruire. La Federcalcio prima di prendere questa delicata decisione si era presa giustamente un po’ di tempo per riflettere, valutando diversi profili (come Ranieri ed Ancelotti ad esempio), ma alla fine ha optato per il tecnico di Jesi, ritenuto il più idoneo per far ripartire l’Italia con questo nuovo ciclo.

Mancini dovrà fare delle scelte importanti su tutti i reparti, a cominciare dalla porta, dato che purtroppo non ci sarà più il portierone Gigi Buffon a difendere i pali azzurri, come confermato proprio oggi nella conferenza stampa di addio alla Juventus. Il suo sostituto “naturale” dovrebbe essere Gigio Donnarumma, ma le sue ultime prestazioni (su tutte la finale di Coppa Italia) hanno gettato qualche ombra in proposito.

In difesa con tutta probabilità resteranno i centrali di ruolo Bonucci e Chiellini, mentre sulle fasce il Mancio si potrebbe affidare all’esperienza di Criscito (allenato tra l’altro nella sua ultima esperienza internazionale in Russia allo Zenit) ed alla duttilità di De Sciglio e di Florenzi, capaci di svariare da una fascia all’altra garantendo sempre una certa qualità sia in termini di corsa che di cross.

A centrocampo bisognerà valutare la volontà di De Rossi (voci parlano di un suo possibile addio alla Nazionale), sperando che Mancini possa convincerlo a restare ancora fino all’Europeo del 2020, facendolo sentire al centro del progetto azzurro perché un mediano di nazionalità italiana del suo livello (inteso come capacità di recupero palla e di impostazione del gioco) allo stato attuale non se ne vedono ancora all’orizzonte. Verratti sarà l’altra incognita del centrocampo: sul tasso tecnico del giocatore non vi sono discussioni, spesso però nelle sue precedenti prestazioni azzurre si è perso nelle sue finezze senza dare quella concretezza al gioco che invece dovrebbe essere propria di un centrocampista del suo livello.

Dubbi di formazione il Mancio ne avrà infine anche in attacco: nel suo modulo infatti si ipotizza vi sia una sola punta centrale, con due esterni d’attacco a supporto. Per gli esterni i giocatori più probabili sono senz’altro Insigne, Candreva e Chiesa, tutti buoni rifinitori, in grado di saltare l’uomo ed andare alla conclusione con una buona precisione. I nomi papabili invece per il ruolo di attaccante centrale sono quelli di Immobile (in questa stagione 41 gol in 46 presenze!) e del gallo Belotti, quest’anno poco incisivo in zona gol causa infortuni ma in netta ripresa nelle ultime giornate . C’è anche la possibilità di rivedere in Nazionale Mario Balotelli, fuori dai radar azzurri ormai da 4 anni. In Francia ha ritrovato le prestazioni ed i gol, in Nazionale ritroverebbe Mancini, colui che ha sempre creduto in lui, dall’Inter al Manchester City, perché consapevole del suo enorme talento (spesso tuttavia pregiudicato del suo carattere poco maturo).

Tanti dubbi e poche certezze quindi per la nuova Italia di Mancini. La speranza è che, a prescindere da moduli e giocatori, chi scenderà in campo con la maglia azzurra combatta con tanta umiltà, giochi di squadra aiutando il compagno nelle difficoltà e metta il cuore oltre l'ostacolo per la Nazionale. È inaccettabile vedere quest’anno un mondiale senza l’Italia, ma sarà senz'altro di insegnamento per il futuro, per capire che insieme si vince, da soli non si va da nessuna parte.

Italia
Fonte: l'autore Nicola Pintus

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.