Lotta per la Champions League in musica: è il ballo delle incertezze

Sette squadre per due posti in prima classe: direzione Champions League. Chi arriverà a destinazione?

di Giuseppe Colicchia
Giuseppe Colicchia
(64 articoli pubblicati)
Lotta Champions

Se la lotta per la qualificazione alla prossima Champions League fosse un ballo, sarebbe sicuramente “il ballo delle incertezze” (canzone con cui Ultimo ha vinto la scorsa edizione di Sanremo Giovani). Pur essendo il calcio un gioco fisico, di contatto, spesso anche duro e poco elegante, la bagarre per il terzo e il quarto posto in classifica sembra rispettare molti principi di galanteria, come in una danza. Al ballo della Champions League quest’anno partecipano in molti, ben sei o sette squadre, distanziate da pochi punti in classifica. In prima fila l’Inter, al quarto posto il Milan, seguito dall'agguerritissima Atalanta di Gasperini e da tre squadre a 48 punti: Lazio (con una partita da recuperare), Roma e Torino (fresca vincitrice dello scontro diretto contro la Sampdoria che resta tre punti dietro e spera di agganciarsi al treno per l’Europa).

In questo ballo a corte ci sono le aspiranti “principesse”, quelle più prestigiose come Inter, Milan, Lazio e Roma, abituate a competere per questi obiettivi ma anche per obiettivi ben superiori, e ci sono le “Cenerentole”, le vere sorprese del campionato, l’Atalanta (probabilmente la più bella di tutti) e il Torino. Anche la Sampdoria, trascinata dal bomber Quagliarella a suon di gol, sarebbe una vera e propria favola.

Perché è un ballo delle incertezze? Per quella che ironicamente chiamiamo “galanteria” ma che, in fin dei conti, è la poca determinazione di alcune squadre. I punti persi da Inter, Milan, Roma e Lazio sono parecchi, ciò ha permesso di tirare in ballo altre squadre che stanno andando ben oltre il proprio obiettivo stagionale. “Prego vada lei”, “non si preoccupi, prima lei”, sorpassi e contro-sorpassi dovuti ai continui passi falsi delle big. Ormai tutte e sette le pretendenti vogliono raccogliere il massimo dei punti a disposizione per raggiungere la qualificazione in Champions, chi per regalare un sogno (anche inaspettato) ai propri tifosi, chi per placare i loro animi dopo una stagione al di sotto delle aspettative. 

Danzeremo allora con la musica del calcio, fatta di prodezze di grandi campioni, presenti in tutte e sette le squadre, chi più e chi meno. Con la Juventus vicinissima alla matematica vittoria del campionato, seguita dal Napoli ben distaccato dalle altre inseguitrici, i posti rimanenti per la Champions sono soltanto due. Dopodiché tre squadre andranno in Europa League, due direttamente (quinta e sesta classificata) e la settima classificata che affronterà i preliminari. Alla fine dei giochi, o delle danze, due squadre rimarranno fuori dall'Europa. Due squadre che potranno dire di averci provato e magari ci riproveranno l’anno prossimo. Come canta Ultimo: “che per stare in pace con te stesso e col mondo devi avere sognato almeno per un secondo”. Sarà questa la sinfonia che terrà col fiato sospeso gli amanti della Serie A per le ultime otto giornate (oltre alla lotta per la salvezza), con le prime sette posizioni da occupare per l’Europa e le due che resteranno fuori: l’ottava alta e l’ottava bassa (cioè la nona classificata).

Il calcio come un gran concerto di musica classica. Si suonerà sicuramente in un teatro degno di tale bellezza come la Scala del Calcio, ma anche stadi calorosi come l’Olimpico, il Marassi e l’Atleti Azzurri d’Italia. I direttori d’orchestra saranno gli allenatori: Spalletti con le sue stranezze, Gattuso col suo carattere forte, Gasperini creatore di una musica giovane e innovativa, Inzaghi e il suo massimo utilizzo dei giocatori di talento, Ranieri e la sua esperienza per salvare la barca Roma, Mazzarri con le sue certezze, Giampaolo che spererà ancora una volta in Quagliarella. Gli spettatori saremo noi. I musicisti saranno i calciatori. Squadre pronte a farci divertire, sperando di danzare l’anno prossimo sotto le note della magica musichetta della Champions League.

Allenatori
Fonte: l'autore Giuseppe Colicchia

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.