L’Olanda è guarita. Ora l’attende la fase finale della Nations League

La squadra di Koeman dopo un avvio in chiaroscuro ha decisamente cambiato marcia e i risultati non hanno tardato ad arrivare

di Leandro Malatesta
Leandro Malatesta
(144 articoli pubblicati)
Netherlands v France - UEFA Nations Leag

Solitamente un paziente si dichiara guarito quando esso ritorna allo stato di salute che ha preceduto il periodo di malattia. 

Nel calcio le due grandi nazionali malate degli ultimi tempi sono state l'Italia e l'Olanda visto che entrambe hanno fallito la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 e sembravano essere sprofondate in un letargo dal quale era difficile uscire.

Tralasciando il capitolo sugli azzurri, la nazionale olandese ha decisamente saputo stupire tutti ottenendo una clamorosa quanto inaspettata qualificazione alla fase finale della Nations League della prossima estate. 

La qualificazione è arrivata a sorpresa perché gli Orange erano raggruppati nel girone assieme a Francia e Germania.

Se anche la Germania era nazionale in difficoltà vista la prematura eliminazione del mondiale altrettanto però non si poteva dire della Francia che in Russia ha invece trionfato.

Gli olandesi dopo la disfatta della mancata qualificazione per la Coppa del Mondo sono ripartiti da un allenatore carismatico e oramai navigato come Ronald "Rambo" Koeman che archiviata l'esperienza in Premier (con Southampton ed Everton) ha deciso di accettare la proposta della federazione "arancione".

Quello che ha stupito del percorso olandese in Nations League è stata la capacità di rialzare la testa dopo la sconfitta nella partita inaugurale di Settembre. In quell'occasione la Francia s'impose per 2 a 1. Da lì però per i ragazzi di Koeman solo risultati positivi come il 3 a 0 rifilato alla Germania e addirittura il 2 a 0 inflitto ai campioni del mondo francesi nel match di ritorno per poi concludere con il rocambolesco pareggio in rimonta in terra tedesca che è valso il punto qualificazione.

Il tecnico olandese ha ricostruito la nazionale plasmandola su un insolito 3-2-3-2 dove la solidità difensiva è stata garantita dal gigante buono VanDijk, dal talento De Ligt e dal  rigenerato Daley Blind che ha saputo ritrovarsi una volta tornato alla casa madre Ajax (dopo l'esperienza difficile di Manchester) mentre le idee del centrocampo passano per i piedi educati di De Jong (considerato da molti il nuovo Iniesta) e dalla dinamicità dell'atalantino De Roon mentre in avanti due giocatori che più di tutti gli altri hanno saputo ritrovare la capacità di dar seguito al grande talento posseduto, ma spesso offuscato sono stati certamente Ryan Babel e Memphis Depay. 

Per Depay il periodo inglese allo United è stato come per Blind un periodo molto travagliato dove il ragazzo classe 1994 sembrava aver perso la fiducia nei propri mezzi. Il passaggio al Lione è stata invece la mossa chiave per invertire la tendenza e ritrovare la via del goal con continuità. Discorso a pare per Babel che in Inghilterra appena arrivato al Liverpool (stagione 2007) aveva incantato tutti salvo poi però perdersi in una serie di trasferimenti che lo hanno perfino portato negli Emirati Arabi a vestire la maglia dell'Al-Ain ma la volontà di non sentirsi escluso hanno portato Babel a disputare in modo positivo uno scampolo di stagione al Deportivo La Coruna (2016) per poi a trasferirsi ad Instabul nel 2017 dove con la maglia del Besiktas ha ritrovato fiducia e prestazioni, ritornando così ad essere decisivo in nazionale a quasi 32 anni.

L'esempio della nazionale olandese può fungere da stimolo per molte squadre in cerca di rilancio perché è la sintesi perfetta di un progetto che ha messo al centro i giovani, ma allo stesso tempo non ha soffocato del tutto la voce saggia di giocatori che ritornando hanno portato in dote un contributo importante d'esperienza umana e calcistica.

Ora l'Olanda nella fase finale di Nations League troverà Svizzera, Inghilterra e Portogallo. L'undici di Koeman non parte come favorita ma c'è da aspettarsi che le sorprese non mancheranno vista la grande voglia di stupire degli olandesi.

Netherlands v Germany - UEFA Nations Lea
Fonte: l'autore Leandro Malatesta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.