L’Italia femminile punta in alto

Vittoria a Cremona contro la forte nazionale scandinava

di Giuseppe Corraine
Giuseppe Corraine
(58 articoli pubblicati)
italy gol

La nazionale femminile di Milena Bertolini si dimostra una squadra promettente anche contro la Svezia, una delle più forti nazionali europee, al momento al 6° posto nel Ranking Fifa (le azzurre per la cronaca sono al 11° posto).

Allo stadio Zini di Cremona, sotto gli occhi di Billy Costacurta e oltre duemila tifosi: le azzurre vincono 1 a 0 grazie al gol dalla goleador rossonera Daniela Sabatino.

Le ospiti hanno subito impostato la partita sul piano offensivo sfiorando il vantaggio in due occasioni al 20 e 22° con Jacobsson, ma in entrambe le occasioni non è riuscita  a inquadrare lo specchio della porta difesa dalla Giuliani.

Dopo un primo tempo equilibrato, la ripresa inizia subito con la reazione delle azzurre, ma sono le svedesi a sfiorare il gol, con un colpo di testa ravvicinato che al 51° salvato sulla linea da Elisa Bartoli.

Nemmeno due minuti dopo e le ospiti sono nuovamente pericolose, che però trovano una Giuliani veramente in forma e dove non arriva il portiere bianconero, ci pensa la traversa che salva il risultato per le ragazze del coach Bertolini.

Ma al 56° ecco la svolta: azione della Bonansea che tira da una posizione defilata, respinta del portiere con la palla che finisce sui piedi di Sabatino che segna di freddezza e precisione il gol del vantaggio azzurro.

Il vantaggio spinge le ragazze che vanno subito vicino al 2 a 0, ma al 59° la conclusione di Bonansea finisce alto.

Nel finale di gara ancora due occasioni per le ragazze azzurre, al 75° il tiro di Cristiana Girelli da fuori aria viene però deviato in corner, mentre al 85° c'è stato l'ottimo contropiede della neo entrata Giacinti con il tiro della milanista che però è debole e finisce facilmente nelle mani di Zecira Musovic.

Ottima gara delle azzurre che portano a casa una bella vittoria, contro una squadra molto più forte sia fisicamente che tecnicamente, il gioco di squadra espresso ha permesso però di ribaltare un primo tempo difficile, ottime la prestazioni di Giuliani, e della Bonansea, ma anche e sopratutto di Valentina Giacinti e che dimostra di non essere al prossimo mondiale per caso, ma di potersela giocare anche con squadre sulla carta molto più forti.

Fra un mese esatto il prossimo 10 novembre ci sarà l'attesa sfida contro la Germania campione del mondo in carica, un'altra sfida difficile, ma in cui, sono certo, le ragazze non sfigureranno.

ita swe
Fonte: l'autore Giuseppe Corraine

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.