L’impresa dello Zenit sulla Dinamo Minsk (parte 2)

Lo Zenit San Pietroburgo vince 8-1 e resta in Europa League rimontando uno svantaggio di 0-4 all'andata contro un avversario storico: la Dinamo Minsk.

di Davide Manca
Davide Manca
(438 articoli pubblicati)
PAOK FC v FC Dinamo Minsk - UEFA Europa

A Leningrado, lo scontro di ritorno tra le due termina a reti bianche. La squadra di Minsk si è fatta valere e gioca anche il campionato successivo: ritrova lo Zenit alla prima giornata. Durante la sfida, Vasilij Zajcev – omonimo del famoso cecchino sovietico, reso celebre dal film “Il nemico alle porte” – firma due reti e l’incontro termina 5-0 a Leningrado, per i bielorussi. Praticamente la squadra non vince più – spicca un 2-0 sulla Dinamo Kiev – poi incontra di nuovo lo Zenit, vince 2-1 in casa e nei turni successivi arrivano lezioni sonore dalle squadre di Mosca. L’anno dopo lo Zenit si rifà: 2-1 a Minsk, 1-1 il ritorno. Nel 1948 entrambe sfiorano la retrocessione, affrontandosi all'ultima giornata: la Dinamo Minsk va tre volte in vantaggio, lo Zenit recupera sempre e rimedia un pari che, complice la sconfitta del Krylja Sovetov ultimo in classifica, consente al club con sede a Leningrado di restare per un altro anno nel massimo campionato. Un paio d'anni più tardi, la Dinamo Minsk retrocede, passando il decennio tra la prima e la seconda divisione e cambiando nome in «Spartak Minsk».

Calcisticamente, e non solo, la Repubblica Bielorussa è veramente poco contemplata: per la Russia è una sorta di sorella minore acquisita, fa parte della famiglia, ma non merita quasi considerazione. A differenza della vicina Repubblica Ucraina, l'odiata sorella che invece merita considerazione, ma solamente per essere umiliata. A livello di sport, non merita di vincere. Possibilmente MAI. E, almeno inizialmente, il regime riesce nel suo intento: servono anni e una formula non proprio collaudatissima per consentire a Kiev di portare a casa il primo campionato di calcio, nel 1961. Nello stesso anno, cade la pallavolo femminile con l'impresa di Odessa. La pallavolo maschile vede la Repubblica Ucraina vincere due volte (1957 e 1968) nelle Spartachiadi - in sostanza una Olimpiade sovietica - ma per trovare il successo di una squadra occorre attendere il 1992, con lo Shakhtar. Kiev rimedia un successo nel basket nel 1989 (nel 1967 l'Ucraina si era imposta in un campionato tra Repubbliche) e nel rugby nel 1978, nella pallanuoto maschile si registrano solamente successi russi e nell'hockey su ghiaccio il titolo non si sposta mai da Mosca.

Nel corso degli anni, la Dinamo Minsk cementa la propria posizione nel calcio sovietico, conservando una posizione che le consente di dominare il panorama regionale e di diventare l'unica squadra della Repubblica Bielorussa in grado di disputare il massimo torneo dell'URSS. Esistono poche altre formazioni nella Bielorussia, per lo più concentrate nella città di Minsk e i migliori giocatori prima o poi sono tesserati dalla Dinamo. Gli altri continuano a giocare nel campionato locale bielorusso, dal quale la Dinamo è spesso e volentieri esentata. Qualche club bielorusso è ammesso al campionato di secondo livello, ma dura pochi anni prima di tornare nelle leghe minori. In questo periodo, i bielorussi portano via qualche scalpo importante: Dinamo Kiev, Lokomotiv, Spartak, CSKA e anche quello della Dinamo. I due punti - la vittoria non ne vale ancora tre - contro la Dinamo Mosca non sono mai scontati: per molti anni, alla Dinamo "minore" è vietato vincere con la Dinamo moscovita (14 sconfitte su 14). Il primo successo risale al 1954, per 1-0, quando i bielorussi sono sotto il nome «Spartak», mentre la prima vittoria in quel di Mosca è datata 16 luglio 1962; la società ha già cambiato nome in «Bielorussia». Vince 2-0 per la cronaca, con due reti di Mustygin, poi primo giocatore della squadra a divenire capocannoniere, alla fine di quel torneo. Proprio nel 1954, la squadra bielorussa sfiora il titolo dell'Unione Sovietica: arriva in terza posizione, vince, ancora, la Dinamo Mosca.

Fonte: l'autore Davide Manca

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.