‘Les grandes équipes, the Champions’

Resta fissa all'11 marzo 2020 la data dell'ultima gara disputata nella massima competizione europea, ma si respira aria di ripartenza anche in Champions League

di Gabriella Ricci
Gabriella Ricci
(9 articoli pubblicati)
Champions League

Se provaste a chiedere a tutti i tifosi del pallone  il nome della loro canzone preferita, con molta probabilità ciascuno di loro ve ne indicherebbe una diversa. Se, però, gli domandaste della canzone che mette loro i brividi, che siano allo stadio o scalpitanti sul divano di casa con una birra in mano, la risposta echeggerebbe un solo nome : l'inno della Champions League.

Non che ci risultino particolarmente facili da ricordare le parole del testo - che conta versi in francese, inglese e tedesco - ma ciò che è certo è che all'urlo 'the Champions' la nostra fequenza cardiaca aumenta come dopo una scarica di adrenalina nel circolo ematico.

Quell'urlo ci gasa, ci emoziona, ci stringe in un abbraccio, ci fa sognare e sperare di riascoltarlo ancora per molte partite, e proprio quell'urlo, da ormai tre mesi, non rimbomba più negli stadi e nelle case dei tifosi.

Lo scorso 11 marzo, per gli ottavi di finale,  si è infatti disputato l'ultimo match (prima dello stop) della rincorsa alla "coppa dalle grandi orecchie", che vede ancora protagoniste 12 squadre, di cui tre italiane.  Atalanta, Atletico Madrid, Lipsia e Paris Saint Germain sono le quattro già qualificate, per poi chiudere il cerchio con 4 partite di ritorno ancora tutte da giocare : Juventus-Lione (vinta 1-0 dal Lione all'andata), Bayern-Chelsea (stravinta dal Bayern con 3 gol contro gli 0 del Chelsea di Frank Lampard), Manchester City-Real Madrid (dopo il 2-1 per il City in casa dei blancos) e Barcellona-Napoli (con i partenopei che vantano l'1-1 contro Messi e company).

Pandemia permettendo, però, la UEFA non ha mai nascosto la volontà - che per una gara di questa caratura diventa forse anche necessità-   di portare avanti la competizione con l'obiettivo di concluderla e assegnare il titolo di campione d'Europa ad una delle squadre ancora in corsa. Ma in che modo? 

Il prossimo 17 giugno è a tal proposito prevista una riunione decisiva in cui il Comitato Esecutivo scioglierà tutti i dubbi su format, sedi e date della competizione, che con ogni certezza si svolgerà ad agosto.

Stando a quanto riportato dalla Bild (il quotidiano europeo più venduto), l'ipotesi più plausibile è quella di disputare una Final Eight con le 8 squadre qualificate ai quarti di finale che a quel punto si giocherebbero tutto in una gara secca fino alla finale, che a inizio stagione si indicava avrebbe avuto sede a Istanbul (ora senza più incentivi necessari per ospitare una finale a porte chiuse).

Questa insolita Final Eight, che potrebbe trasformarsi in una Final Four qualora si decidesse di far disputare con la formula classica di andata e ritorno i quarti di Champions, avrebbe sede in Portogallo per 3 motivi ben precisi :

- assenza di  squadre portoghesi ancora in corsa per il titolo

- largo numero di stadi a disposizione per i club coinvolti

- numero circoscritto di casi di Covid-19

Ad ogni modo secondo la Bild ci sarebbero anche Berlino o  Francoforte (fino a qualche tempo fa addirittura in vantaggio sul paese nativo di Cristiano Ronaldo, vista la ripartenza positiva della Bundesliga che ha entusiasmato la UEFA) e Madrid tra le possibili sedi di svolgimento dei match restanti. 

Altra idea accreditata, ma ancora da definire, dell'ordine amministrativo del calcio europeo sarebbe quella di consentire, seppur in un numero ristretto, la presenza dei tifosi durante l'atto conclusivo e più ambito della competizione, che a quel punto gioverebbe di uno stadio semipieno. Certamente un gran passo in avanti se si pensa che fino a qualche mese fa sembrava remota persino la sola possibilità di tornare in campo.

Ciò che è certo è che la UEFA ha da tempo un solo obiettivo nel mirino : portare a termine le edizioni in corso di Champions ed Europa League. 

Fonte: l'autore Gabriella Ricci

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.