L’effetto Monchi funziona anche da Siviglia: Roma travolta dal Napoli

Sconcertante prestazione dei giallorossi che vengono umiliati in casa dalla squadra di Carlo Ancelotti

di Massimiliano Gatta
Massimiliano Gatta
(11 articoli pubblicati)
Benevento Calcio v AS Roma - Serie A

C'era una volta... "Un re!" diranno subito i miei piccoli lettori. No ragazzi, avete sbagliato. C'era una volta la semifinalista di Champions. Mi perdoni Collodi per aver parafrasato  Pinocchio e per aver osato accostare Olsen e Nzonzi a Geppetto e Mastro Ciliegia. E poi neanche ricorrendo alla più fervida immaginazione si riesce a trovare nella favola uno sterminatore di speranze paragonabile a Ramón Rodríguez Verdejo, noto a tutti come Monchi.

E'arrivato a Roma accompagnato da una fama leggendaria , se ne va con una fama altrettanto favolosa  per motivi diametralmente  opposti. Distruggere in un anno la squadra che aveva battuto il Barcellona 3-0 non era semplice; Monchi, invece, è riuscito a superarsi in questa impresa.  Intendiamoci, non è facile per nessuno fare campagna acquisti alla Roma perché sai che il tuo obiettivo principale non è vincere ma vendere. Anzi, ad essere più precisi, devi  comprare bene e rivendere benissimo, anche dopo pochissimo tempo. Walter Sabatini, nonostante qualche cantonata tipo Iturbe, l'ha saputo fare, Monchi no. 

Ha comprato a carissimo prezzo giocatori scarsi, giocatori molto scarsi, ex giocatori ed infine gente che neanche con tutta la buona volontà riesci a chiamare giocatori. E' probabile che anche Nicolò Zaniolo sia arrivato alla Roma più per una misteriosa eterogenesi dei fini che per una  precisa strategia di mercato. E così, dalla finale di Champions sfiorata, la Roma si ritrova a inseguire l'Atalanta e a considerare un miracolo l'accesso in Europa League.

Eppure i romanisti non serbano rancore; ricordate Amici miei, il capolavoro di Mario Monicelli? Una delle scene cult del film è quella in cui Adolfo Celi  conduce una trattativa straordinaria con l'amico architetto Melandri e si libera in un colpo solo della moglie, dei figli, di Birillo e della governante tedesca  perché "vede architetto, è tutta una catena di affetti che né io né lei possiamo spezzare".

Caro Monchi, nessuno è così ingrato da separarla dai suoi acquisti; porti pure con sé al Siviglia Schick, Pastore, Karsdorp, Olsen, Marcano, Bianda, Santon, Nzonzi perché sarebbe davvero ingiusto privarli del suo amore e della sua vicinanza.

Fonte: l'autore Massimiliano Gatta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.