Le veroniche tra le Alpi e i Pirenei: Zizou, l’èlègant Monsieur

Un viaggio nella vita e nella carriera di Zinedine Zidane, fresco 46enne, campione prima in campo e poi in panchina.

di Burrascano Mirko
Burrascano Mirko
(2 articoli pubblicati)
Zidane 1998

Il s'appelle...

Se parli il francese, si sa, hai una marcia in più nel corteggiare una donna. C'è però stato un monsieur che, più che una donna, adorava corteggiare una sfera. Marsigliese del '72, origini berbere e musulmano non praticante. Le sue lunghe leve erano la massima espressione di qualunque francesismo, una vita in veronica tra le zebre delle Alpi e le stelle dei Galacticos. Questa è la storia del più elegante tra gli eleganti. Questa è la storia di Zinedine Zidane. In arte Zizou.

"Pour le garçon, la chemise numéro 10, merci!"

Nei primi anni '80, nel cuore dell'adolescenza, Zizou, come un grillo in piena stagione, saltava da una società all'altra del sud-ovest della Francia. Gli anni passano, le petit garçon inizia a crescere e tra tutti i settori giovanili girati, la sensazione è sempre la stessa: aver incrociato un talentuoso dix che in Gallia non si vedeva dai tempi di Le Roi Platini. Il Cannes è il più lesto a fiutarne l'affare: nell'83 fa firmare a Zizou un contratto da professionista alla prematura età di 13 anni e appena due anni dopo lo getta addirittura nel palcoscenico dei grandi, la Ligue 1.

La Juve chiama, Zizou risponde

I quattro anni a Bordeaux tra il '92 e il '96 sono fantastici per Zidane. Era il trequartista perfetto. Giovane, pulito, educato, geniale e soprattutto elegante. In estate arriva un toc-toc d'oltre Alpi: alla porta c'è l'Avvocato Agnelli con in mano un assegno da 7,5 miliardi di lire. Si trova così costretto a salutare il sodalizio instaurato con Dugarry e Lizarazu, ma che comunque ritroverà più avanti condividendo le vittorie bleus. L'offerta è davvero irrinunciabile. Ai piedi della Mole Antonelliana, il suo danzare sul pallone è una goduria indimenticabile. Da qui ecco le vittorie, i campionati e le varie coppe; qualche anno più tardi affermerà che la Juventus è stata un suo grande punto di riferimento, è stata la squadra che l'ha fatto diventare grande come uomo e come calciatore. Ma è nel 1998 che Zizou tocca il cielo: nei Mondiali in casa è leader assoluto. Vince, stravince, segna e convince. Con una doppietta in finale contro il Brasile, regala ai transalpini la prima Coppa del Mondo e lui, a fine anno, si regalerà un meritatissimo Ballon d'Or.

Euro Blancos

Dopo le Alpi, tocca oltrepassare i Pirenei. Nell'estate del 2001 giunge al Real Madrid per la cifra monstre di 80 miliardi di lire, record (durato 9 anni) del trasferimento più oneroso di sempre. In Spagna è tutto un parco giochi. Divertirsi e divertire il Bernabeu con i Galacticos è sensazionale. Vincere la Champions, segnando un golasso in Finale, lo è ancor di più. Alla corte dei blancos, Zizou arricchisce il suo già stimabile palmares. Il momento del ritiro coincide con l'episodio più buio della sua carriera: l'espulsione in Finale Mondiali 2006 resterà un neo intramontabile. E proprio quando dentro di sé, come nei migliori casinò, echeggiava un "Les jeux sont faits", arriva il più bello, l'inaspettabile. Siamo nel Gennaio del 2016, Benitez viene esonerato e la panchina più ambita d'Europa viene affidata a un esordiente Zidane. Il risultato è letteralmente straordinario: in due anni e mezzo vince tre Coppe dei Campioni consecutive, diventando l'unico tecnico a riuscire in questa impresa.

"Joyeux Anniversaire!"

Dopo essersi affermato come uno dei migliori giocatori di sempre, oggi si è attestato anche come uno dei migliori allenatori in circolazione. Pochi giorni fa, Zidane ha annunciato il suo arrivederci al Real. Il futuro è incerto: probabilmente si godrà un anno sabbatico tra le rive della Costa Azzurra, o forse accetterà un'altra piazza in cui mettersi in gioco. Certo è che l'ombra di quella Mole, visitata e venerata un ventennio fa, si fa sempre più luminosa ai suoi occhi. L'attesa aumenta e con essa cresce anche il desiderio. Intanto, per oggi, e ci perdonerà il ritardo, non ci resta che fare tanti auguri al nostro Élégant Monsieur.

Il 23 giugno 2018 ha compiuto 46 anni, Zinedine Yazid Zidane.

Zidane vs R Carlos
Fonte: l'autore Burrascano Mirko

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rossimarino - 6 mesi

    Grande!

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.