Le magnifiche 32 di Russia 2018 (parte 3)

Alla scoperta delle squadre che parteciperanno alla prossima Coppa del Mondo

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Final Draw for the 2018 FIFA World Cup R

GRUPPO C

FRANCIA: Gioventù, genio e sregolatezza: questi sono gli elementi portanti che caratterizzano la Francia allenata da Didier Deschamps nel suo cammino verso la Russia. Parliamo di una squadra capace di annientare gli avversari attraverso un mix di tecnica, velocità e fisicità a tratti devastante, ma anche di incappare in prestazioni anonime contro squadre non esattamente irresistibili per peccati di gioventù (vedi Lussemburgo). Deschamps ha avuto il grande merito di ricostruire una squadra che, dopo gli Europei del 2012, pareva relegata ad un ruolo di comparsalontana dai fasti di fine anni '90/inizio anni 2000riuscendo ad inseriregradualmentegiocatori giovanissimi e di grande prospettiva futura insieme ai campioni che compongono lo zoccolo duro. Certo, molte esclusioni hanno fatto storcere il naso (BenzemaMartialRabiotKurzawa) e alcune erano anche forzate (KoscielnyComanPayet), ma ciò non toglie che Deschamps sia riuscito a costruire una squadra competitiva abbastanza da poter sperare nel bersaglio grosso, potendo vantare individualità del calibro di PogbaGriezmann, LlorisVaraneMatuidiMbappé e chi più ne ha e più ne metta. Saranno soprattutto il petit diable, il nuovo Henry e il polpo i giocatori chiamati a fare maggiormente la differenza in un organico trascendentale, ma ancora troppo grezzo. L'entusiasmo dei giovani galletti potrebbe essere l'arma vincente affinché la coppa torni di nuovo sotto l'ombra della Tour Eiffel.

PERU': A 36 anni dall'ultima partecipazione (Spagna '82), il Perù torna a disputare la fase finale della Coppa del Mondo. Un ritorno inaspettato quello degli andini, dopo anni di vacche magre, ma è stato grazie ad un condottiero di origine argentina, il ct Ricardo Gareca, che il Perù è finalmente tornato a calcare gli anelati palcoscenici del Mondiale tramite lo spareggio con la Nuova Zelanda, estromettendo il Cile bicampeón continentale dallo stesso. El Flaco ha costruito una squadra di gregari fondata sul talento di Paolo Guerrero, che però sarà assente alla kermesse iridata a causa di una squalifica per doping, ma potrà sempre fare affidamento su un gruppo affiatato e solidocaratterizzato dalla tipica garra sudamericana.  La Blanquirroja, per il passaggio del turno, dovrà affidarsi sicuramente al talento di Farfan e Carrillo in attacco, che non dovranno far rimpiangere Guerrero, alla solidità del suo pacchetto arretrato e alle parate dell'acrobatico portiere Gallese. I pronostici non sono favorevoli, ma gli ultimi risultati ottenuti dal Perù dimostrano come il passaggio del turno possa essere un'eventualità plausibile.

DANIMARCA: 4 anni fa, la qualificazione a Brasile '14 sfumò a causa dell'Italia, quest'anno, gli uomini di Åge Hareide non hanno fallito l'appuntamento con il Mondiale grazie ad un trionfale doppio confronto negli spareggi con l'Irlanda, dove il mattatore fu il trequartista del Tottenham Christian Eriksen, ormai giunto al momento della sua consacrazione. Dopo una serie di alti e bassiEriksen ha saputo trovare la sua dimensione e si è calato alla perfezione nel ruolo di trascinatore della Danske Dynamite, coadiuvato comunque da buoni elementi di discreto spessore tecnico e molto giovani come Yussuf PoulsenSisto e Christensen. Il destino della Danimarca al Mondiale dipenderà tutto dai loro piedi, ma il girone non è dei più semplici.

AUSTRALIA: Il girone, per i Socceroos allenati dal machiavellico Bert van Marwijk, è una bella gatta da pelare. Ormai lontani i fasti dell'era Hiddink, l'Australia campione d'Asia in carica ha sofferto più del dovuto per ottenere la qualificazione nello spareggio con la Siria e anche le prestazioni offerte nell'ultima Confederations' Cup non lasciano presagire nulla di buono per quanto riguarda il suo prosieguo nel torneo. Le individualità di spicco scarseggiano e sarà ancora compito del sempiterno Tim Cahill trascinare i suoi verso un clamoroso miracolo sportivo, ma l'impresa pare davvero troppo ardua per gli oceanici. 

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. BadReligion90 - 2 anni

    N.d.A.: Alla fine, la squalifica a Guerrero è stata sospesa dal TAS di Losanna il 31 maggio, quindi il giocatore è stato reintegrato nella rosa peruviana in vista del Mondiale.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.