Le classifiche (quasi) fotocopia degli ultimi due campionati

Una stagione certamente non noiosa, ma i risultati finali sono incredibilmente simili a quelli dell'annata precedente. E non solo a causa della Juventus...

di Paolo Gavarone
Paolo Gavarone
(23 articoli pubblicati)
Udinese Calcio v FC Internazionale - Ser

I sette scudetti e le quattro coppe nazionali vinti consecutivamente dalla Juventus sono il primo indizio. Nel calcio italiano non c'è spazio per le sorprese. Ma non è solo il dominio dei bianconeri ad essere statico ed immutabile. Analizzando la classifica del campionato appena concluso e quella del precedente si può notare come le prime dieci squadre in classifica siano le stesse. In sei casi hanno pure confermato la stessa identica posizione.

La Juve si conferma campione con quattro punti (e qualche patema) in più. Sul podio Napoli e Roma si invertono le posizioni.  Gli uomini di Sarri hanno il merito di insidiare i campioni più da vicino della Roma della annata precedente, i giallorossi (10 punti in meno rispetto al 2017) raggiungono l'obiettivo Champions con una giornata di anticipo, nonostante le forze fisiche e mentali spese nella sorprendente cavalcata in Europa.

L'Inter 2018 con 10 punti in più passa dal settimo posto 2017 al quarto posto che quest'anno vale l'Europa che conta e, nonostante gli alti e bassi, si rivela come squadra più migliorata di questo campionato. Lazio e Milan si confermano quinta e sesta anche se le loro stagioni hanno un andamento profondamente diverso. I biancocelesti incantano per buona parte della stagione col loro gioco e perdono l'ingresso in Champions solo negli ultimi incredibili novanta minuti. Conquistano però la Supercoppa a spese della Juve (e un trofeo non vinto dalla Signora è una notizia) e riconquistano il loro pubblico.  I rossoneri, forti di una campagna acquisti d'altri tempi, non sfiorano neppure le posizioni ambite a inizio stagione e solo la grinta e la motivazione di Ringhio riescono a risollevarli fino a raggiungere l'obiettivo minimo stagionale della qualificazione in Europa League.

L'Atalanta scende dal quarto posto 2017 al settimo ma conferma il piazzamento in Europa League, seppure attraverso il sempre problematico passaggio dai preliminari. Il più che dignitoso cammino in Europa e la semifinale di Coppa Italia, archiviano però questa annata come  una delle migliori della storia della Dea. Fiorentina ottava, Torino nono e Sampdoria decima chiudono la top ten come lo scorso anno, fuori dall'Europa. Fiorentina e Sampdoria hanno avuto assaporato a fasi alterne il profumo delle coppe. L'inizio stagione di blucerchiati aveva alimentato speranze che sono state deluse da un girone di ritorno caratterizzato da occasioni perdute e gioco involuto. Stesse considerazioni per la Fiorentina, formazione giovane, con molte incognite e segnata dalla tragedia di Astori, che dopo un inizio stentato era riuscita a prendere la scia di Milan e Atalanta. L'alternanza di grandi imprese come con Roma e Napoli e sconfitte inopinate non ha permesso agli uomini di Pioli di andare oltre. Il Toro è stato praticamente sempre fuori dai giochi e solo le vittorie nelle ultime giornate lo hanno portato a ridosso delle zona Europa League che probabilmente, rosa alla mano, poteva essere alla sua portata.

Dopo queste "magnifiche" dieci, troviamo un gap di undici punti e poi il Sassuolo e tutte le squadre che fino all'ultimo hanno lottato per la sopravvivenza in massima serie. Un campionato diviso in due, con gerarchie definite, dove passare dalla colonna di destra a quella di sinistra è difficile. Scarsa mobilità sociale, direbbero i sociologi.

Fonte: l'autore Paolo Gavarone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.