L’attesa è finita: la Serie A scalda i motori

Ripercorriamo le premesse di un campionato che promette scommesse e forti emozioni.

di Fanny Boninu
Fanny Boninu
(16 articoli pubblicati)
serie a tim

Ci siamo. Solo pochi giorni ci separano dalla fine di questo digiuno estivo. Chiudete gli ombrelloni, via dalla sabbia gli asciugamani umidi, saltate in macchina e correte allo stadio o davanti alla televisione. Il fine settimana non avrà più l’odore della salsedine, il sapore dell’aperitivo al tramonto sulla spiaggia, il rumore delle onde: riecco il fruscio delle bandiere, i cori, le dita incrociate per un rigore, il fantacalcio. Un altro mondo, non meno suggestivo.

Anche quest’anno la Serie A si prospetta accattivante, tra pronostici, grandi novità e  conferme. Le squadre, più combattive che mai, sono già sulla griglia di partenza, molti gli acquisti importanti, i ritorni, le combinazioni interessanti. Fare specifiche previsioni è sicuramente azzardato, anche perché il calcio è bello per la sua capacità di scombinare le carte e di deludere le aspettative scontate. Perciò facciamo un gioco: immaginiamo un gruppo di amici al solito bar, con la solita maglia scolorita della propria squadra, seduti intorno al solito tavolo poco prima dell’esordio di campionato. Affidiamo a loro, che  sperano su un campo non meno vivo di quello giocato, l’onere di discutere i dettagli del mercato che ha infiammato questi mesi di stallo.

-Ciao, tutti pronti?
-Sì, hai visto? Grandi novità in panchina quest’anno: Sarri alla Juve, Conte all’Inter, Giampaolo al Milan, Fonseca alla Roma, Di Francesco alla Samp, Andreazzoli al Genoa…
-Non sono meno interessanti gli allenatori che proseguono dei percorsi importanti: Ancelotti al Napoli farà penare ancora una volta Inter e Juve per la corsa ai primi posti, in una stagione che più che mai sembra aver ridotto ogni differenza significativa, Inzaghi tornerà in campo con la Lazio dopo l’ultima vittoria in Coppa Italia, Mazzarri lotta col Torino per l’Europa League, Gasperini vivrà il sogno dell’Atalanta in Champions…
-… e non parliamo di Maran al Cagliari, Montella alla Fiorentina, Mihajlović al Bologna, tutti alla guida di squadre rafforzate e grintose, che ambiranno a risultati più importanti rispetto agli scorsi anni.
-È possibile avere degli stuzzichini? Comunque, il Cagliari, nell'anno del centenario della fondazione e a cinquant’anni dallo storico scudetto, ha messo su una squadra solida, in cui, accanto agli immancabili Pavoletti, Cragno, Joao Pedro, Cigarini, ha inserito giovani talenti come Pellegrini e Nández, un talento spumeggiante come Rog nonché un campione in cerca di riscatto come Nainggolan, e ancora è alla caccia di una seconda punta.
-Sicuramente è riuscita a sopperire benissimo alla partenza di un giovane promettente come Barella, mentre la Fiorentina è riuscita per il momento a blindare il gioiello Chiesa, affiancandogli professionisti come Boateng e Ribery, una bella scommessa…
-A proposito di scommesse, che ne dite del clamoroso ritorno in Italia di Balotelli? Questa esperienza nel neo-promosso Brescia, squadra della sua città, sarà un’ottima occasione per riguadagnarsi la Nazionale.
-Sarà una bella sfida
-Due birre!
-Si può alzare il volume? Manca poco!
-Ehi , non perdiamo di vista l’accoppiata Muriel-Zapata all’Atalanta
-… o la sorpresa del rinnovo di Džeko alla Roma
-Ciao a tutti, scusate il ritardo, mi hanno trattenuta ad un pranzo di famiglia… state facendo i soliti pronostici? Non si è nemmeno chiuso il calciomercato! Anche le grandi devono ancora risolvere alcuni inghippi… l’Inter che ha accolto Sensi e Lukaku, già considerati titolarissimi dalla prima, deve fare i conti con l’ormai esasperato caso Icardi
-Un giocatore pur sempre importante, che sembrerebbe non intenzionato a lasciare Milano, ma su cui ha messo gli occhi  il Napoli, anche se fresco dell’acquisto di Lozano.
-Anche in casa Juventus non sono mancati i colpi di scena, a partire dal grande ritorno di Buffon, per arrivare all'ingaggio del giovane De Ligt, passando per i destini incerti di Dybala, Mandžukić o Higuaín.
-Questo campionato ha molto da dire, non ci resta che godercelo. Ma ora basta, inizia la partita.

Fonte: l'autore Fanny Boninu

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.