La terza settimana europea dei club italiani (parte 2)

Prove di forza per Juventus, Roma e Lazio. Pareggio positivo con rimpianto per il Napoli. Male le milanesi

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Olympique de Marseille v Club Atletico d

EUROPA LEAGUE

MILAN-BETIS SIVIGLIA: Serata europea da dimenticare per il Milan, sconfitto 2-1 in casa dal Betis Siviglia. A San Siro, il Betis vince e spadroneggia sulle macerie di un Milan ancora in fase REM dopo la beffa del Derby di domenica. Un Milan troppo brutto per essere vero quello visto contro gli spagnoli, dove tra errori e prestazioni dei singoli inquietanti (in particolare Bakayoko, Reina, Bonaventura, Zapata e Higuaín) ha subito una vera e propria lezione di calcio, con un Lo Celso in grande spolvero: prima è lui ad ispirare il gol del vantaggio firmato dal paraguaiano Sanabria, bravo ad approfittare di un'incertezza di Reina in uscita bassa; poi è lo stesso centrocampista argentino di proprietà del PSG a trovare il destro a giro vincente da fuori area che sorprende un Reina piazzato male. Nell'incandescente finale di gara, Cutrone riesce a realizzare, da rapace, il gol che avrebbe potuto riaprire la partita, ma il muro del Betis regge nel finale anche grazie ad un rigore clamoroso non concesso a Castillejo, con quest'ultimo che verrà anche espulso nel recupero. Da segnalare anche un gol regolare annullato al Betis per un fuorigioco inesistente di Sergio León prima della ribattuta vincente di Sanabria. Con questa vittoria, il Betis scavalca il Milan in vetta alla classifica del gruppo F con 7 punti, con il Milan che resta fermo a 6 al secondo posto a 2 punti di vantaggio sull'Olympiakos, vittorioso per 2-0 in Lussemburgo col Dudelange. Per gli uomini di Gattuso sarà fondamentale non sbagliare la gara di ritorno a Siviglia per evitare di giocarsi la qualificazione all'ultima giornata sul campo dei greci, sempre ammesso se ci sarà ancora il tecnico calabrese sulla panchina dei Rossoneri.

OLYMPIQUE MARSIGLIA-LAZIO: Vittoria doveva essere e così è stato. Al Vélodrome di Marsiglia, la Lazio s'impone per 3-1 sull'OM e mette il punto esclamativo sul passaggio ai sedicesimi di Europa League. Per gli uomini di Garcia questa partita rappresentava l'ultima spiaggia, visto il magro bottino di 1 punto nelle due precedenti partite, ma la squadra capitolina si è dimostrata superiore nonostante un discreto turnover e nemmeno l'intimidatorio fattore ambientale è riuscito ad incidere. La Lazio riesce a chiudere il primo tempo in vantaggio grazie al colpo di testa di Wallace, bravo a saltare più in alto di tutti sul corner di Lucas Leiva, con quest'ultimo che sarà pure costretto a lasciare anzitempo il campo per infortunio. Nella ripresa, è la volta di Caicedo (il migliore dei Biancocelesti) realizzare il gol del raddoppio a tu per tu con Mandanda su assist al bacio di Immobile. Nel finale di gara, il Marsiglia prova a riaprire la partita grazie ad un magistrale calcio di punizione di Payet che s'infila all'angolino, ma sarà Marusic a porre la parola "fine" alla partita con un gol da cineteca. Alla luce di questi risultati, la Lazio riesce a portarsi sul +5 sulle inseguitrici, ma resta alle spalle dell'Eintracht Francoforte, a sua volta vittorioso per 2-0 in casa contro l'Apollon Limassol. Nel match di ritorno dell'Olimpico con i francesi, la Lazio potrebbe già archiviare il discorso qualificazione. 

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.