La Spal con Lazzari riprende un Genoa sprecone: è 1-1 a Marassi

Una Spal cinica e tosta guadagna un punto d'oro contro il Genoa. I rossoblu, in superiorità numerica per oltre un ora, non riescono a chiudere il match

di Nicola Bianchin
Nicola Bianchin
(9 articoli pubblicati)
Manuel Lazzari

La Spal continua la sua corsa salvezza con il quinto risultato utile consecutivo. Il Genoa, nonostante la superiorità numerica per gran parte del match, non riesce a vincere,  sbagliando un rigore e non capitalizzando una mole di gioco superiore nella metà campo spallina. Partenza da incubo per la formazione di Semplici che dopo soli 4 minuti, da un erroraccio su rimessa laterale, si vede fischiare contro un rigore per un fallo netto commesso da Meret su Lapadula. Lo stesso attaccante genoano, tuttavia, si fa parare il penalty dall'estremo difensore biancazzurro. Meret, per questo, diventa il più giovane portiere, nei primi 5 campionati europei, a parare due rigori in questa stagione.

Giusto il tempo per qualche tiro da fuori area su entrambi i fronti e Felipe, con un altro sciagurato retro passaggio, innesca l'azione che segna la svolta del match: rigore per il Genoa ed espulsione per Vicari. Il tutto deciso attraverso la Var, gestita forse non nel migliore dei modi dal direttore di gara Giacomelli. Questa volta Lapadula non sbaglia e porta in vantaggio i suoi. La Spal, brava a non disunirsi, si piazza a quattro dietro e ricompatta il centrocampo grazie anche al sacrificio dei suoi attaccanti, Antenucci e Paloschi. In questo modo la squadra di Semplici riesce ad andare sul riposo con il minimo svantaggio, avendo il tempo per riaggiustarsi e tornare in campo per provare a rimettere in parità il risultato. L'unica via, vista l'inferiorità numerica, poteva essere quella delle ripartenze, sfruttando magari qualche disattenzione avversaria. E così è stato al 60': palla recuperata nella propria metà campo da Everton, tosta la sua prestazione, gestita alla perfezione da Schiattarella, che si invola verso la difesa genoana lasciata sguarnita e passaggio preciso a Lazzari che, dopo la sua ennesima volata sulla fascia, riesce a mantenere la lucidità per piazzare una palla nell'angolino dove Perin non può arrivare.

L'ultima mezz'ora, perciò, è un forcing rossoblu dopo che Ballardini,  inserisce forze fresche in avanti con Taarabt, Rossi e Medeiros. Al di là di due conclusioni insidiose, proprio di questi ultimi, la formazione di Semplici riesce a gestire l'assalto finale dei grifoni. Il tutto dando respiro in avanti a Paloschi, con l'inserimento di Floccari, per riuscire a gestire qualche pallone in più davanti, e rinforzando il centrocampo con l'ingresso di Vitale al posto di Antenucci. In questo modo la squadra di Semplici agguanta un punto che sa tanto di vittoria per come è maturato, con la consapevolezza di aver raggiunto un buon livello di maturità nel saper interpretare e gestire le partite. Sulla sponda rossoblu, invece, tante recriminazioni per non aver fatto proprio il bottino pieno in una partita che aveva visto gli uomini di Ballardini in vantaggio già nel primo tempo, con in più la superiorità numerica. I prossimi match vedranno la Spal impegnata in casa con la rilanciata Atalanta e il Genoa impegnato nell'insidioso recupero di campionato con il Cagliari.

Fonte: l'autore Nicola Bianchin

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.