La Serie D non è adatta ai deboli di cuore

Finale thrilling per la massima categoria dei dilettanti: saranno quattro su nove le promozioni ad essere decise all'ultima giornata.

di Marco Annesanti
Marco Annesanti
(7 articoli pubblicati)

 Siamo giunti all'ultimo atto della regular season della Serie D e sono da assegnare ancora quattro posti per la prossima serie C. Già da qualche turno avevano conquistato la vittoria del campionato il Lecco (girone A), l’AZ Picerno (girone H) e il Bari (girone I). A queste si sono aggiunte ieri il Como (girone B) e l’Union Arzignano Valchiampo (girone C). I biancoblù sono riusciti a raggiungere il primo posto, dopo un estenuante testa a testa con il Mantova, facendo anche registrare il record di punti per questa stagione (86, eguagliabili solo dal Lecco in caso di vittoria all'ultima giornata e contemporanea sconfitta dei lacustri). I giallo-celesti di Vincenzo Italiano, invece, grazie al successo per 1-0 sull'Este, hanno messo la parola fine alle speranze dell’Adriese, mantenendo il vantaggio di 4 punti sufficiente a staccare il pass per la C.

Per quanto riguarda gli altri raggruppamenti, il penultimo turno ha regalato non poche sorprese: Modena e Avellino hanno raggiunto la testa della classifica e la Pianese non è riuscita a ipotecare la promozione come, al contrario, ha fatto il Cesena.

Andiamo con ordine e cominciamo dal girone D, quello dei Canarini, i quali hanno agganciato in vetta la Pergolettese (dopo essere stati anche a -6) grazie al successo per 1-2 nello scontro diretto di ieri. È accaduto tutto nel primo tempo, con il doppio vantaggio degli ospiti, firmato da Rabiu e Ferrario, e la parziale reazione dei locali (in 9 dal 20’) grazie a Bortoluz. L’ultima giornata sarà determinante perché entrambe se la vedranno con due formazioni (San Marino e Sasso Marconi) in lotta per evitare la retrocessione diretta o i play-out. Un piccolo vantaggio lo avranno gli uomini di Bollini perché giocheranno in casa, mentre quelli di Contini saranno impegnati in trasferta e avranno degli squalificati.

Nel girone E la sorpresa Pianese ha gettato al vento una ghiottissima occasione pareggiando in casa per 1-1 nel derby senese con la pericolante Sinalunghese. I bianconeri, nelle ultime due giornate, dopo un cammino strepitoso, hanno visto ridursi il margine sul Ponsacco ad solo 1 punto, frutto di due X consecutive ottenute con squadre dei bassifondi della graduatoria. La diretta inseguitrice, dal canto suo, ha creduto nella rimonta e, grazie soprattutto ai gol di Brega, ha messo nel mirino la capolista. L’ultimo turno, inoltre, sarà favorevole proprio ai pisani che affronteranno in casa la Sangiovannese, a cui manca un punto per la matematica salvezza, mentre la Pianese giocherà in trasferta contro il Seravezza Pozzi, certa dei play-off ma con la necessità di mantenere il terzo posto per giocare in casa il primo match della post-season.

Nel girone F, invece, basta un solo punto al Cesena per completare l’immediato ritorno tra i pro. I bianconeri hanno 3 punti di vantaggio sul Matelica e domenica andranno a Giulianova, dove anche i padroni di casa saranno alla ricerca di un ultimo punto, in questo caso necessario a certificare la permanenza in Serie D: insomma, i presupposti per la festa ci sono tutti. Gli inseguitori giocheranno contro l’Isernia ma vincere potrebbe non bastare: sarebbe il terzo secondo posto consecutivo per i marchigiani.

L’ultimo girone che attende di conoscere il proprio padrone è il G, in cui sono appaiate a 80 punti Avellino e Lanusei. I sardi sono stati la rivelazione del campionato ma hanno avuto un calo nelle ultime quattro partite, in cui hanno raccolto solo 5 punti contro l'en plein di vittorie degli Irpini che, nel girone di ritorno, hanno tenuto un ritmo impressionante, conquistando 46 punti su 54. Nella giornata conclusiva i campani affronteranno in trasferta il Latina, già salvo, mentre il Lanusei farà visita alla già retrocessa Lupa Roma.

Il campionato, però, potrebbe non finire qui perché, in caso di arrivo a pari punti (possibilità concreta per tutti i gironi), il regolamento prevede uno spareggio in campo neutro tra le prime della classe: un finale da brividi e non adatto ai deboli di cuore.

Avellino
Fonte: l'autore Marco Annesanti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.