La possibile sorpresa di Russia 2018

I perché di un possibile trionfo di una sudamericana

di Guido junior Cucchiar
Guido junior Cucchiar
(1 articoli pubblicati)

Giunti al giro di boa del mondiale russo, spicca una squadra che potrebbe rivelarsi la vera sorpresa di questa manifestazione, in uno scenario che ha già visto il commiato di molte stelle: parliamo dell'Uruguay di Oscar Tabarez. Questa nazionale, dopo aver agilmente vinto il proprio girone, ha sconfitto il Portogallo di CR7 negli ottavi di finale e si appresta ad affrontare la Francia nel turno successivo. Molti sono i segreti di questo equipo: da una maturità e solidità tattica da tempo acquisita, a campioni nel pieno della maturazione professionale (tra cui Cavani, Suarez, Godin, Muslera e Caceres), a giovani promettenti pronti a prendersi - ancora di più? - la ribalta internazionale (Bentancur e Torreira tra tutti), ad un allenatore che forse è il vero quid pluris dei sudamericani. Tabarez è difatti riuscito ad amalgamare e plasmare un gruppo di giovani promesse ed affermati top players in un squadra capace di vincere senza particolari problemi le gare fin qui disputate in terra russa. Qualora i transalpini non dovessero superare, nel primo quarto di finale in programma, Suarez e compagni, sicuramente l'Uruguay diverrebbe una seria candidata a succedere nell'albo d'oro alla Germania, sessantotto anni dopo il titolo conquistato per l'ultima volta in Brasile. Oscar Tabarez dopo una lunghissima carriera è pronto ad entrare nell'Olimpo degli allenatori con un successo che gli consegnerebbe eterna gloria proprio in un momento assai difficile come quello che sta passando a causa della sua - ormai nota - patologia. Proprio la vigorosa ed arcigna esultanza dell'allenatore sudamericano inquadrata al termine dell sfida con l'Egitto è divenuta il manifesto, il simbolo di questa nazionale (e nazione). Molti hanno scritto della commozione che ha suscitato la corsa fuori dalla panchina e senza stampella, nonostante le difficoltà motorie, di Tabarez quasi a voler rimarcare un'ineludibile debolezza in quest'uomo già vincitore della Coppa America 2011. Ed invece, proprio la forza dimostrata dall'allenatore nell'affrontare con semplicità e normalità la propria malattia (almeno agli occhi degli spettatori) può essere la molla che fa scattare verso il traguardo finale un gruppo unito e compatto reso tale anche dalla sapiente gestione del gruppo da parte dell'allenatore settantunenne. A conferma della grande abilità  nella gestione del gruppo - fondamentale per la vittoria finale, si veda l'epilogo argentino - dell'allenatore ex Milan e Cagliari le parole dell'escluso di lusso dell'Uruguay Federico Valverde che, nonostante la comprensibile delusione, ha ammesso di tifare e sostenere sinceramente compagni ed allenatore, senza alcuna polemica. Pertanto, un mix di giovani ed affermati campioni, con esperienza internazionale, un gioco pragmatico ed organizzato, una consapevolezza nei propri mezzi sempre maggiore ed un allenatore che ha dalla sua tutta la squadra, sono senza dubbio gli ingredienti giusti per provare a scrivere pagine indelebili nella storia di questo mondiale e del gioco del calcio. Mancano solo pochi e decisivi passi a partire da un'affermazione contro una seria candidata alla vittoria finale (come la Francia) per giocarsi le proprie carte in semifinale ed eventualmente nell'ultimo atto, passi decisivi da compiere con la stessa forza, determinazione, normalità, semplicità, gioia come quelli percorsi da Oscar Tabarez nell'esultanza di Uruguay - Egitto.

Fonte: l'autore Guido junior Cucchiar

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.