La Germania esce ai gironi: capolavoro Corea

La Germania non potrà centrare il bis mondiale dopo il 2014 perché esce nella fase ai gironi da ultima

di Mario giovanni Cardamone
Mario giovanni Cardamone
(262 articoli pubblicati)
La disperazione tedesca per leliminazion

La Germania che aveva trionfato alla grande in Brasile laureandosi appena 4 anni fa campione del mondo per la 4 volta nella sua storia è incredibilmente già fuori dal Mondiale di Russia 2018.

Ha dello stupefacente questa prematura eliminazione dato che la Germania nelle prove tecniche di mondiale, ovvero la Confederations Cup, aveva trionfato dando l'impressione di essere avviata quantomeno ad arrivare all'atto finale in questo mondiale 2018.

Ma la Germania superata 2-0 dalla Corea del Sud nell'ultimo match del suo girone F chiude addirittura ultima, scavalcata anche dai coreani che gli infliggono una sconfitta "bancata" quasi 20 dai bookmakers e non preventivabile da nessuno. 

Analizzando, si potrebbe dire che quella di ieri sia stata la caduta degli dei teutonici di fronte ad una Corea del Sud che ha messo in mostra tanta velocità e rapidità di pensiero nei confronti di una Germania ferma, spenta e molle.

La Germania  è caduta giustamente nel finale per 2-0 sotto le picconate al 91' di Kim il cui goal è stato controllato al Var per un fuorigioco che non c'era e al 96' da Son che ha approfittato del fatto che Neuer il portiere tedesco era a centrocampo e ha messo facilmente in rete eludendo il fuorigioco partendo dietro la linea di centrocampo.

Ora venuto a nudo questo netto divario sulla corsa e sulle motivazioni fra tedeschi e coreani l'uscita della Germania alla fase ai gironi è storica in sé per sé perché mai avvenuta finora ed  è oltremodo giusta anche perché in questa sfida decisiva non c'era un attaccante tedesco abile a depositare in rete la sfera.

Si aprirà inevitabilmente il processo a Low che non ha convocato Sanè visto che alla fine l'attaccante più pericoloso contro i coreani è stato il difensore centrale Hummels, l'ultimo ad arrendersi dei suoi, che ha tentato prima del crollo tedesco di dare la vittoria all'86' ma ha colpito di spalla.

Low comunque ha puntato sbagliando tutto su Werner che pur essendo il capocannoniere della Confederations Cup chiude questi mondiali con zero reti all'attivo e su Gomez, entrato sempre a partita in corso ma in forma scadente.

Se poi per i tedeschi ci mettiamo una difesa imbarazzante e allegra con Boateng espulso contro la Svezia e la diga di centrocampo composta da Khedira e Kroos usurata da una lunga stagione con i propri club di appartenenza si evince che l'eliminazione della Germania non sia poi così sorprendente.

Fonte: l'autore Mario giovanni Cardamone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.