La dura legge del gol: bomber nel dna

Chi siederà sul trono della classifica marcatori della Serie A 2017/2018?

di Stefano Cavallaro
Stefano Cavallaro
(125 articoli pubblicati)
L istinto del bomber

Lo scorso anno la spuntò Dzeko (29) di misura su Mertens (28), terza piazza per Belotti (26), quarto posto per Higuain e Icardi (24), un gradino sotto Immobile (23). La sfida per la classifica marcatori non rivela particolari sorprese e sono pressochè gli stessi interpreti a giocarsi l' ambito premio. Andiamo ad analizzare singolarmente i candidati principali.

Immobile/Lazio: veloce, grintoso, grande senso della posizione, letale dentro l' area di rigore. Il suo bottino sta lievitando anche grazie ai rigori. Freddo nelle conclusioni, difficile da marcare: si muove molto e lavora per la squadra. Il 3-5-1-1 scelto da Inzaghi lo vede unico centravanti, alle sue spalle agiscono una mezzapunta e 5 centrocampisti. La Lazio sta esprimendo un gran gioco e Immobile sta sfruttando al meglio le occasioni create dai compagni. Ha il vantaggio di essere il principale terminale offensivo della squadra e fa reparto da solo.

Icardi/Inter: classico corazziere d' area, forte di testa e di piede, cattivo sotto porta. Calcia i rigori quindi può fruire di qualche bonus extra. Ha bisogno del supporto della squadra e di essere coinvolto nella manovra: aspetta come il pane cross dalle fasce. L' arrivo di Spalletti ha consacrato Mauro come principale bocca da fuoco nerazzurra, il 4-2-3-1 scelto dall' allenatore di Certaldo propone Icardi come unica punta supportato da due esterni e una mezzapunta. Luciano ha sicuramente lavorato molto col bomber catechizzandolo rispetto ai movimenti da fare sul fronte d' attacco (chiedete a Dzeko) e ha adottato un modulo in cui l' argentino possa concretizzare al meglio i palloni recapitati dai compagni; che intesa con Perisic! Anche Icardi fa reparto da solo ed ha quindi il vantaggio di essere il totem dell' attacco nerazzurro.

Dybala/Juventus: ha classe da vendere e un piedino fatato, sà dribblare ed andare al tiro con una facilità disarmante. Difficile da marcare, svaria su tutto il fronte offensivo e tira anche punizioni e rigori. Quest' anno ha avuto un' involuzione in zona gol: lo scorso campionato ne fece 11 mentre ora è già a quota 12. Il destino della Vecchia Signora passa sicuramente dai suoi piedi. La Joya è il faro della squadra: sembra più concreto e prolifico del compagno di reparto Higuain.

Mertens/Napoli: rapido, talentuoso, tecnico, dotato di un gran tiro. Il "falso nueve" costruito da Sarri è una genialata che ha avvicinato il folletto napoletano alla porta mettendolo al centro del tridente partenopeo. Questa mossa ha dato imprevedibilità al gioco di Mertens disorientando le difese avversarie nella sua marcatura. Dries nasce come esterno offensivo di centrocampo, questa metamorfosi Sarriana l' ha portato a gonfiare la rete come un centravanti. Tira punizioni e rigori e sarà sicuramente un protagonista di primo piano nella lotta scudetto in cui è immerso il Napoli.

Higuain/Juventus: il Pipita è il classico bomber di razza, condisce dribbling, velocità e tecnica con una precisione chirurgica nelle conclusioni. Forte fisicamente e nell' accellerazione palla al piede, a tratti può diventare immarcabile. Quest' anno sembra soffrire molto l' esplosione di Dybala ma Gonzalo è una certezza in zona gol. Se troverà il giusto feeling con Paulo potrebbe diventare devastante.

Dzeko/Roma. Il bosniaco è un carrarmato, forte di testa e con entrambi i piedi: è un vero e proprio leone d' area. Difficile da marcare vista la sua stazza, abile nel difendere palla, ha un tiro potente e secco. Anche lui come Icardi necessita di un grande supporto della squadra e soprattutto di tanti cross. Il 4-3-3 di Di Francesco si sposa bene con le caratteristiche di Edin, le due punte esterne possono regalargli tante palle gol. I sogni di alta quota della Roma passano inevitabilmente dai gol di Dzeko, un ariete che vuole incornare ancora.

In pole position vedo Icardi ed Immobile, in seconda fila Mertens e Dybala, poi Dzeko e Higuain. La battaglia per il trono del gol è aperta, chi prenderà lo scettro di Dzeko?

Fonte: l'autore Stefano Cavallaro

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.