La domanda sorge spontanea: “Ma chi è questo Li?”

Di lui continuiamo a sapere poco o nulla, e i tifosi milanisti, dapprima entusiasti per il suo arrivo, ora cominciano a spazientirsi

di Andrea D'amore
Andrea D'amore
(12 articoli pubblicati)
Yonghong Li

14 aprile 2017 il Consiglio di Amministrazione dell’A.C. Milan nomina Yonghong Li come nuovo Presidente della società. A oltre un anno di distanza cosa sappiamo di questo signore? Nulla. O quasi. Conosciamo a malapena il suo aspetto, il suo nome e il suo volto risultano ignoti ai più persino nel suo paese natio. Eppure con un’offerta da capogiro ha acquistato il 99,93% di una delle squadre di calcio più blasonate d'Italia, capace negli ultimi 30 anni di accumulare numerosi e prestigiosi trofei nazionali e internazionali. Nelle poche occasioni che il Sig. Li si è palesato in video ha rilasciato dichiarazioni altisonanti facendo riferimento al suo intento di riportare il club nel gota del calcio mondiale. Quali siano le sue vere intenzioni rimangono un mistero. Così come nebulose sono le informazioni che riguardano il suo patrimonio, presunto o reale. Come può un imprenditore con un patrimonio personale stimato di 500 milioni di euro acquistare una società pagandola 740 milioni? Indebitandosi. E anche pesantemente. Il fondo d’investimento americano Elliott presta una cifra notevole al buon Li il quale ringrazia e intasca. Il tasso d’interesse al quale dovrà restituire il debito contratto è molto alto, ma lui conta di ripagarlo rispettando le scadenze.

C’è qualcuno che fin da subito ci mette la faccia in questa vicenda, e costui è molto conosciuto nel mondo calcistico italiano: il Sig. Marco Fassone. Di lui sì che sappiamo vita, morte e miracoli, sportivi beninteso. Prima Direttore Marketing alla Juventus, poi Direttore Generale al Napoli per ricoprire in seguito lo stesso incarico per l’Inter. E ora Amministratore Delegato del Milan. Insomma tutti i club italiani di calcio più titolati hanno richiesto negli anni i suoi servigi. Mica male come biglietto da visita. E infatti la sua funzione è stata ed è tuttora quella di “garante”, prima durante la procedura di acquisizione e poi nella gestione finanziaria e commerciale della società. Ha allestito una campagna acquisti mediatica con un utilizzo massivo dei social talmente convincente che al termine del calciomercato il Milan era tra le squadre favorite per la vittoria dello Scudetto. È andata male, anzi molto male. La stagione è stata travagliata e il sesto posto finale soddisfa in minima parte le ambizioni d’inizio stagione. E a peggiorar le cose ci ha pensato la UEFA che dopo aver respinto i vari tentativi di patteggiamento da parte della società, ha alla fine deciso per la sua esclusione dall'Europa League, ottenuta dalla squadra sul campo, per la prossima stagione.

Cosa fa quindi il Sig. Marco Fassone? Difende l’immagine della società. E per farlo usa i social naturalmente. Ma l’impatto non è lo stesso questa volta, troppi sono gli interrogativi ai quali anche lui si dice incapace di rispondere. Alla fine della storia chi è questo fantomatico Sig. Li? Probabilmente uno che ha acquistato per conto terzi, volgarmente detto un “prestanome”. Qualcuno diceva: “a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina”. Questa è solo una supposizione alimentata dall'incertezza e la speranza è quella di essere presto smentiti, dai fatti. Altrimenti rimarremo in attesa che la situazione venga risolta da un qualche illustre Zio d’America.

Fonte: l'autore Andrea D'amore

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.