La classifica sorride poco al Toro. Serve compattezza per la svolta

Nulla è perduto se il girone di ritorno sarà come l'anno scorso. Gli elementi ci sono. I giocatori dovranno impegnarsi di più. I tifosi però dovranno sostenerli

di Antonio Chiera
Antonio Chiera
(83 articoli pubblicati)
Genoa CFC v Torino FC - Serie A

La classifica non sorride. Anzi è nettamente al di sotto di quello che si poteva immaginare all’inizio di stagione, ma anche i piccoli passi servono o possono servire a dare il tempo necessario per superare col minor danno possibile questa scarsità di risultati.

AMBIENTE NON SERENO - L’ambiente non è affatto sereno e anche per questo le prestazioni scarseggiano. Bisogna tornare a sorridere già da sabato prossimo contro l’Atalanta di Gasperini che si presenta a Torino dopo due sconfitte e con delle prestazioni non al top. 

Dopo Sassuolo per Mazzarri c'è la "grana" Vincenzo Millico

RIASSUNTO CLASSIFICA - Dare giudizi è sempre difficile ma dopo ben 20 gare è doveroso fare un bilancio di quanto espresso e realizzato fino ad ora. Quando si fa un punto bisogna sempre partire dalle aspettative che i dirigenti e l’organico allestito facevano supporre all’inizio di campionato ed in base a questo modulare la soddisfazione o meno della situazione attuale.  Analizzando e tenendo conto di quanto è successo e vedendo la consistenza effettiva dei calciatori a disposizione il bottino acquisito non è soddisfacente ma basterebbero un paio di vittorie consecutive per riportare il sereno e l’entusiasmo che onestamente attualmente si è perso completamente.

I NUMERI - Su 20 gare il Torino ne ha vinti 8, pareggiate 3 e perse 9 per un totale di 27 punti e se si analizza la classifica generale il Toro si trova ad 1 punto dal settimo posto, quindi nulla è compromesso ma serve una sterzata violenta per risollevare la situazione che può apparire precaria ma non compromessa anzi tutt’altro.

PEGGIORARE ANZICHE' MIGLIORARE - La preoccupazione però è che una squadra che annovera fra le sue fila calciatori di una certa importanza e magari anche costosi non raggiungendo al più presto i risultati sperati possa ulteriormente disunirsi e magari peggiorare anziché migliorare, questo potrebbe essere il rischio peggiore e che bisogna assolutamente evitare. Parliamoci chiaro, ma non si può lamentare dopo ogni partita; si attendeva una squadra che mirasse ad un pronto riscatto sia nel risultato (tra alti e bassi) che nel gioco ma tutti e due gli obbiettivi sono stati mancati anche se bisogna sottolineare a chiare lettere che almeno un paio di partite sono stati assolutamente sfavorevoli.  

IL REPORT DELL'ALLENAMENTO DI OGGI MARTEDI 21 GENNAIO - Doppia seduta per il Torino al Filadelfia, tra lavoro sulla parte atletica in campo e in palestra e programma tecnico-tattico.  Sessione differenziata per Ansaldi, terapie e allenamento personalizzato per Zaza. Domani in calendario una seduta tecnico-tattica, 
Giudice Sportivo, squalificati Aina e Rincon

I PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE SPORTIVO -  Il Giudice Sportivo Mastrandrea ha squalificato per una giornata il difensore Ola Aina e il centrocampista Tomas Rincon (giunti al quinto cartellino giallo). Nessuna assenza tra le fila dell'Atalanta.

L'amarezza di Walter Mazzarri dopo Sassuolo Torino - Gazzetta dello Sport

Fonte: l'autore Antonio Chiera

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.