La caduta degli dèi: Messi e Ronaldo non vanno al di là degli ottavi

Troppa Francia e troppo Mbappé per la nazionale di Sampaoli, troppo Uruguay e troppo Matador per quella di Fernando Santos: Messi e Ronaldo salutano il Mondiale

di Nicola Avolio
Nicola Avolio
(18 articoli pubblicati)
Messi e Ronaldo

Cadono gli dèi in Russia: Messi e Ronaldo escono insieme, a braccetto, nella stesso giorno, dal Mondiale. Un fallimento totale per le due stelle, che non sono mai riuscite ad incidere nei rispettivi match, Messi apparso fin da subito in difficoltà con la sua Nazionale, che ogni volta sembra allontanarlo dallo stereotipo di fenomeno che tutti noi conosciamo con indosso la maglia del Barcellona e renderlo sempre più irriconoscibile, e Ronaldo che può vantare nei confronti della Pulga soltanto un 4-1 nel totale dei gol messi a segno nella fase a gironi. Una magra consolazione per lui.

Ai quarti ci vanno la Francia, guidata da un indomabile Mbappé e sempre più candidata come favorita per la vittoria finale, e l'Uruguay, trascinata da un bomber di vecchia razza di nome Edinson Cavani che si è imposto con una doppietta ai danni dei Campioni d'Europa in carica: partite che, sin dall'inizio, sono apparse dall'epilogo scontato, anzitutto merito di Francia e Uruguay che non hanno sbagliato praticamente nulla, contro un'Argentina che, sin dall'inizio del Mondiale, era apparsa notevolmente in difficoltà, con il pareggio per 1-1 contro l'Islanda, la sonora sconfitta per 0-3 contro la Croazia che ha scatenato una vera e propria rivolta popolare nei confronti del ct Sampaoli e la vittoria agguantata soltanto nel finale per 2-1 contro una Nigeria mai doma, e un Portogallo che non sarà soltanto CR7, ma dipende molto da lui (si veda, ad esempio, lo spumeggiante 3-3 contro la Spagna nella partita inaugurale del girone, fortemente segnata dalla tripletta del fenomeno di Madeira).

Francia e Uruguay che si sfideranno, quindi, ai quarti per ottenere un posto al sole in semifinale e per proseguire il loro sogno iridato, match che però ci priverà di assistere al confronto diretto tra Messi e Ronaldo, che ormai da 10 anni si contengono il Pallone d'Oro e il cui possibile confronto avrebbe fortemente influenzato l'esito delle prossime votazioni. Mondiale che è terminato nel peggiore dei modi per loro: insieme, nella stessa notte, le stelle si sono spente e nessuno si ricorderà di loro, se non delle rispettive magre prestazioni.

Fonte: l'autore Nicola Avolio

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.