Juve, tre gol al Chievo per cominciare

I bianconeri vincono, faticando più del previsto, ma la partita non è mai parsa fuori controllo. Bene Ronaldo, soprattutto nella ripresa

di Giuseppe Di girolamo
Giuseppe Di girolamo
(120 articoli pubblicati)
Juventus v Juventus U19 - Pre-Season Fri

Nella maggior parte delle redazioni, il titolo “Ronaldo, buona la prima”, credo fosse stato preparato da settimane.

In effetti è stato così, anche se con molte più difficoltà del previsto. Intendiamoci, in realtà fa tutto la Juventus, il Chievo, già enormemente inferiore ai bianconeri, oltretutto non sembra opporre una strenua resistenza.

Per gran parte del primo tempo è poco più che uno sparring partner, i clivensi paiono timorosi, quasi in soggezione.

Infatti, al terzo minuto la Juve è già in vantaggio, grazie a una rete di Kedira, che raccoglie un pallone rimesso in mezzo all’area, con un colpo di testa, da Chiellini, sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti di Dybala.

il Chievo sta a guardare, mentre la Juventus mantiene il possesso palla, tenendo basso il ritmo, e cercando la verticalizzazione improvvisa. Proprio da una azione in ripartenza, al nono minuto, va vicino al raddoppio: Cancelo arriva di corsa colpendo di piatto, al volo, nell’area piccola dei gialloblù, ma è disturbato da dietro da un avversario, e la palla finisce a lato. Da questo momento però, la Juve diventa velleitaria, Ronaldo sembra più preoccupato di stupire, che di costruire, ma nonostante questo, un sua rasoiata dal limite dell’area termina fuori di poco.

Più tardi ci provano anche Dybala, Costa e Quadado, tutte e tre le conclusioni terminano alte.Tutto sembra sotto controllo per i bianconeri: prima giornata, caldo pomeriggio estivo, i tre punti sono più importanti di tutto, il raddoppio arriverà, prima o poi.

Ed è proprio allora, che il Chievo pareggia, senza aver mai impensierito Szczesny, fino a quel momento: cross dalla sinistra, Bonucci e Chiellini stanno a guardare, e Stepinsky, con un colpo di testa che ricorda il miglior Bierhoff, manda la palla all’angolo alto

Il primo tempo termina senza altre emozioni.

I primi minuti del secondo tempo, sembrano ricalcare l’andamento del primo, e il ritmo resta basso. La Juve sa che ha ancora molto tempo per tornare in vantaggio, partire alla carica non ha nessun senso.

Ci pensa Cancelo a complicare il pane, atterrando Giaccherini, appena entranto in area: rigore netto, trasformarto dallo stesso Giaccherini.

La vecchia signora adesso sa che deve fare sul serio, se non vuole portare a casa una sconfitta completamente inaspettata. E infatti i bianconeri salgono in cattedra, e non ne scendono più. Il Chievo, di conseguenza, non esce più dalla sua metà campo.

Anche Ronaldo cresce molto, sono ben quattro i tentativi di andare in rete, nella ripresa: un colpo di testa, e un tiro da fuori, entrambi centrali, mentre su un’altra consclusione è bravissimo Sorrentino, che toglie la palla dall’angolino basso, alla sua sinistra.

Quando il gol sembra fatto, ci pensa Cacciatore a deviare all’ultimo istante il tiro del porteghese.

Il pomeriggio sembra di quelli che diventano storti, e invece su calcio d’angolo, Bonucci gira di testa in porta, deviazione del difensore avversario, e la palla finisce inesorabilmente alla spalle del portiere. 2-2. Mancano pochi minuti allo scadere, ma chi pensa che la Juventus si accontenti, non ha mai visto una partita dei campioni d’Italia.

Prima del recupero, viene annullato un gol a Mandzukic, per fallo di Ronaldo su Sorrentino, che resta svenuto per alcuni istanti, ed è quindi costretto ad abbandonare il campo. Ne consegue un corposo recupero, e proprio nel recupero Bernadeschi, lasciato solo in area dai difensori del Chievo, forse ancora spaventati dall’infortunio a Sorrentino, sigla il 3-2.

Vittoria meritata, anche se troppo sofferta.

Il Chievo fa davvero poco, il divario è abissale, ma i gialloblù sono parsi privi di mordente, e forse un po’ troppo reventi, almeno nel primo tempo. Si ritrova in vantaggio più per errori della Juve che per meriti propri, ma a poco dalla fine il pareggio ci poteva scappare.

In ogni caso, il risultato, li vede perdenti con onore, contro la Juve è già qualcosa.

Fonte: l'autore Giuseppe Di girolamo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.