Jonas il bomber di “periferia”

L'attaccante del Benfica ha saputo dimostrare di essere giocatore completo e affidabile nonostante le big europee non lo abbiano mai considerato

di Leandro Malatesta
Leandro Malatesta
(30 articoli pubblicati)
SL Benfica v Vitoria Guimaraes - SuperTa

Se a 34 anni suonati ti ritrovi ancora a fare goal in Champions League vuol dire che non sei lì per caso. E certamente a Jonas Goncalves Oliveira (nome completo di Jonas) non ha regalato niente nessuno. Il centravanti brasiliano (con passaporto italiano) del Benfica è però uno di quei calciatori che molto probabilmente avrebbe meritato una carriera diversa e ben più prestigiosa. Nascere in Brasile non è un fatto che semplifica le cose se da grande hai l'intenzione di fare il calciatore data la concorrenza a dir poco spietata.

Jonas approdato in Portogallo nella stagione 2014/2015 ha realizzato con la maglia delle aquile lusitane ben 125 reti in 158 presenze mentre in precedenza lo sbarco europeo era avvenuto a Valencia dove era andato a segno per 52 volte disputando 157 partite con gli spagnoli. Cresciuto calcisticamente nel Guarani attirò su di se le attenzioni del Santos. Con l'ex squadra di Pelé Jonas contribuirà alla vittoria del campionato paulista nella stagione 2006 salvo poi saltare gran parte dell'annata successiva per un grave infortunio al ginocchio. Questa circostanza lo farà finire tra le riserve anche una volta dopo il ritorno all'agonismo. Il Santos lo cederà in seguito al Gremio.

Nel 2011, come detto, l'inizio dell'avventura in Europa con la maglia del Valencia per poi proseguire dove faceva goal il grande Eusébio. Attaccante che ama giocare da punta centrale non ha però un fisico imponente ma sa lo stesso essere letale per via di un senso del goal affinato ed efficace. Nonostante gli infortuni patiti ad inizio carriera si è dimostrato essere longevo in virtù di una dedizione totale alla causa calcistica.

Nel suo palmarès vanta tre campionati portoghesi, due coppe di lega portoghesi e una coppa del Portogallo. Mentre ha vinto per ben cinque volte in carriera la classifica dei cannonieri nazionali (quattro volte con il Benfica ed una con il Gremio). A ben vedere si potrebbe dire però che il ragazzo avrebbe meritato qualcosa di più viste anche le 12 sole presenze con la maglia della nazionale brasiliana (con cui ha segnato tre reti). Jonas è comunque il manifesto vivente di cosa voglia dire l'amore e la passione per il calcio. Perché in fin dei conti si può essere felici ( e non poco) facendo ciò che si ama anche se le luci dei riflettori non sono del tutto puntate su di noi.

SL Benfica v GD Estoril Praia - Primeira
Fonte: l'autore Leandro Malatesta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.