Joey Barton, una vita da mediano in un bar

Vita, risse e squalifiche di un uomo che, per molti, non era degno di giocare a calcio.

di Pierfrancesco Pastore
Pierfrancesco Pastore
(14 articoli pubblicati)
Queens Park Rangers v West Ham United -

“Barton è un criminale, è uno stupido ed è un criminale, è uno stupido per la sua squadra ed è francamente un criminale. E infatti è un ex galeotto. Che brutta persona. Non dovrebbe mai stare in un campo di Premier League neanche con un biglietto Joey Barton.” (Massimo Marianella)

Spesso in Premier League abbiamo visto giocatori con l'abilità a lasciarti in 10. Joey Barton è uno di questi.

Sono molti i giocatori che la Premier ha visto andare in carcere, Barton è anche tra questi. I giorni sono 77 in seguito ad un aggressione. “Per 32 anni ho cercato di capire chi ero e perché, questo mi ha portato in carcere” dirà nel 2014. Sembrano le parole di un uomo cambiato, di un uomo pentito. Nel 2018 firma da allenatore con il Fleetwood Town ma neanche un anno dopo, in seguito ad una sconfitta attacca Daniel Stendel, allenatore del Barnsley, nel tunnel. Accusato di lesioni facciali, torna in libertà su cauzione.

Adolescenza

Joey Barton nasce ad Huyton, nei pressi di Liverpool. Viene escluso dalle giovanili dell'Everton, squadra per cui tifava, perché non era un giocatore tecnico e con buon fisico. Cresce insieme al padre e alla nonna. Era una promessa del rugby ma dopo essersi diplomato sceglie il calcio e va nelle giovanili del Manchester City, il ragazzo è forte fisicamente adesso ma ha paura di rimanere solo, ha paura di non poter mai giocare. Inizia a bere.

Manchester City

Esordisce con i Citizens il 5 aprile 2003 contro il Bolton. Avrebbe dovuto esordire in prima squadra il 23 novembre 2002 contro il Middlesbrough ma il giocatore perde la maglietta nel corso dell’intervallo. Nel 2005 è costretto ad entrare in una clinica per correggere il suo comportamento ma, nel 2006, la prova TV lo incastra mentre mostra il posteriore ai tifosi dell'Everton.

Newcastle United

Fortemente voluto da Sam Allardyce, il 14 giugno 2007 si trasferisce al Newcastle.

Il 3 maggio 2009 si fa espellere contro il Liverpool, il rosso costa al giocatore tre giornate di squalifica, perdendosi quindi le ultime partite per salvare dalla retrocessione il Newcastle e attirandosi le critiche da parte del tecnico Alan Shearer che sembra avergli detto “conosco tutti in questa città, so cosa fai”. Due giorni dopo, il Newcastle annuncia ufficialmente la sospensione di Barton.

QPR e Marsiglia

Il 26 agosto 2011, arrivato a parametro zero, firma un contratto con il QPR. Al suo arrivo nel club, l'allenatore Neil Warnock lo nomina capitano della squadra, ruolo che Barton non vuole. Esordisce con gli Hoops da titolare il 12 settembre in QPR-Newcastle. La settimana successiva segna una rete nello 0-3 imposto ai danni del Wolverhampton. Subito dopo aver realizzato la rete, Barton è coinvolto in uno scontro fisico con l'avversario Karl Henry.

Nel 2012 è ceduto in prestito al Marsiglia. Ancora sotto squalifica dalla precedente stagione non ha modo di esordire in campionato fino a novembre. Esordisce in Europa League. Segna una sola rete, direttamente da calcio d'angolo contro il Borussia M’Gladbach.

Tra il 2015 e il 2016 vestirà le maglie di Burnley e Rangers Glasgow.

Manchester City-QPR

L’episodio più famoso avviene in Manchester City-QPR della stagione 2011-2012, partita che assegnò il titolo ai Citizens in un modo forse mai visto prima. 

Se il Bolton pareggia al QPR basta la sconfitta per rimanere in Premier, al City basta la vittoria con un solo gol di scarto per laurearsi campione dopo anni di attesa. A fine primo tempo il Bolton sta vincendo e il QPR perdendo. Al 48’ Cisse regala il pareggio agli Hoops e Mackie al 66’ regala addirittura il vantaggio, la partita finirà 3-2 per il City e il QPR, grazie al pareggio del Bolton, rimarrà in Premier. Succede però qualcosa tra il primo e il secondo gol del QPR, Barton perde letteralmente la testa. Al 53’ da una gomitata, a gioco fermo, a Carlos Tevez e da lì è rissa. Andate su YouTube e cercate Barton vs Manchester City per farvi un'idea.

Joey Barton, un uomo solo, troppo solo, in un bar.

Burnley Sky Bet Champions Winners Bus Pa
Fonte: l'autore Pierfrancesco Pastore

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.