Joao Felix: lasciategli dimostrare quanto vale!

Il talentino portoghese, soffocato dai continui paragoni con CR7, sta giocando al di sotto delle sue possibilità non riuscendo a dimostrare tutta la sua classe.

di Lorenzo Cimbelli
Lorenzo Cimbelli
(1 articoli pubblicati)
acts with Cristiano Ronaldo of Juventus

11 aprile 2019: Al Da Luz di Lisbona si gioca Benfica-Eintracht Francoforte, partita valevole per l'andata dei quarti di finale di Europa League, che termina 4-2 per i padroni di casa. Sembra un incontro ordinario, ma non lo è affatto. in questi novanta minuti infatti un ragazzino di soli 19 anni, che già aveva dimostrato un'estro di altissimo livello nel campionato portoghese, decide che d'ora in avanti la sua carriera non sarebbe stata più la stessa. Lui gioca una partita perfetta, in cui sigla tre gol e un assist, e mette in luce tutte le sue doti: potenza di tiro, visione di gioco, grinta e tanta tecnica.

Sembra iniziare con i migliori auspici la favola di Joao Felix Siqueira, noto come Joao Felix: egli diventa il più giovane di sempre a siglare una tripletta in Europa League e, soprattutto, molti top club, come Juventus e Manchester City, iniziano ad osservarlo con attenzione.

La sua carriera sembra decollare quando, nell'estate del 2019, grazie ad una serie di ottime prestazioni con il Benfica condite da 15 gol e 7 assist, viene acquistato dall'Atletico Madrid per 126 milioni di euro in sostituzione del partente Griezmann.

Tutto perfetto quindi?

Non proprio, infatti con la maglia Roijblanca, complici dei problemi fisici, delle difese più solide e uno schema di gioco, quello del Cholo Simeone, che non risalta tanto le abilità dei singoli quanto la capacità di sacrificarsi per la squadra, l'astro nascente portoghese riesce a collezionare appena 8 gol e 3 assist in 2451 minuti, poco, per essere stato pagato  126 milioni.

Il ragazzo ha messo in luce tutte le incongruenze  del calcio moderno e di chi lo segue: come può infatti un calciatore giovanissimo, proveniente da un campionato non tra i top, essere ricoperto da cosi tante pressioni e dover reggere il pesantissimo paragone di nuovo Cristiano Ronaldo?

Certo, bisogna dire che la strada che ha preso il calciomercato non aiuta nella valutazione dei giovani calciatori: per fare un esempio, nel 2003 il Barcellona acquistava il fuoriclasse brasiliano Ronaldinho, che è riconosciuto all'unanimità come uno dei più grandi calciatori di sempre, per una cifra vicina ai 30 milioni, mentre oggi dei ragazzi inesperti come Joao Felix, Ousmane Dembele ed Harry Maguire vengono ingaggiati per cifre di gran lunga più elevate, ciò di conseguenza li porta a dover dimostrare molto di più e non tutti ci riescono.

Inoltre, il valore del cartellino esagerato di molti giovani, li porta, in alcuni casi, a montarsi la testa e a voler erigersi al di sopra degli altri. Ciò è rischioso perché in questo modo si rischiano di perdere di vista i valori portati dal calcio.

Quello che auspico è che Joao Felix riesca a ritrovare se stesso, la sua classe, che ha già dimostrato a sprazzi con l'Atletico, e le sue giocate da campione; le stesse con le quali, quella limpida sera dell'11 aprile 2019,  lasciò a bocca aperta tutto il calcio europeo.

Fonte: l'autore Lorenzo Cimbelli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.