Italia, adesso è arrivato il momento di rialzarsi

Pausa Italia: due gare per cominciare a sognare l'Europeo

di Elena Maida
Elena Maida
(122 articoli pubblicati)
Italy Training Session And Press Confere

Italia. Delle semplici lettere messe in un determinato ordine ci dicono chi siamo e ci identificano. In Italia abbiamo l’arte. Personaggi come Raffaello, Leonardo, Michelangelo e Caravaggio ci hanno fatto conoscere come un Paese fatto di bellezze. La storia italiana è una delle più interessanti d’Europa: dal Impero Romano alla dittatura fascista passando per il Rinascimento. L’Italia è cibo: la pasta e la pizza sono piatti che tutto il mondo ci invidia e che vengono riprodotti in ogni modo. L’Italia è anche calcio e lo dimostrano i 4 Mondiali vinti: Italia 1934, Francia 1938, Spagna 1982 e Germania 2006. 

Nel calcio, però, sono successe delle cose spiacevoli negli ultimi anni che hanno portato la nostra Nazionale a subire delle battute d’arresto. Quella più importante è stata la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 che non solo ha gettato lo sconforto, ma ha portato i vertici del calcio italiano a pensare. Pensare a un futuro in cui l’Italia possa tornare grande e allo splendore che da sempre l'ha caratterizzata. Dopo la parentesi Ventura, è stato Mancini a prendere le redini di questo gruppo portando dei cambiamenti importanti. 

In un periodo storico- calcistico in cui le grandi certezze della Nazionale hanno iniziato a invecchiare, ci si è ritrovati spiazzati e non in grado di apportare dei cambiamenti. Mancini ha avuto coraggio e ha deciso di rinnovare una Nazionale invecchiata e di credere sui giovani che stanno popolando il calcio italiano. Lo scetticismo c’è e scaturisce da molti fattori: l’inesperienza internazionale di alcuni giocatori, l’età troppo giovane, una maturazione non ancora avvenuta del tutto. Le critiche, però, devono lasciare il tempo che trovano ed è ora che i tifosi inizino a dare piena fiducia al progetto Italia, senza troppi pregiudizi e senza pensare al club di provenienza di ogni singolo giocatore o le possibili antipatie che si possono avere nei confronti di alcuni giocatori. Abbiamo nomi di giovani importanti quali Chiesa, Romagnoli, Barella, Bernardeschi, Donnarumma e Zaniolo a cui si aggiungono nomi di veterani quali Bonucci, Chiellini e Verratti

Il campo deve essere l'unico a parlare. E i giocatori si faranno trovare pronti per raggiungere l'obiettivo di qualificarsi all'Europeo del 2020. La strada da percorrere è lunga e non sarà semplice andare oltre le critiche e i pregiudizi. Dopo le peggiori cadute, l'Italia è riuscita a rialzarsi. E anche questa volta sarà in grado di farlo e si potrà ritornare alla grandezza che ci spetta e al ruolo di potenza egemone del calcio

Fonte: l'autore Elena Maida

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.