L’Inter si prende il derby di Coppa!

I neroazzuri rimontano lo svantaggio iniziale e volano in semifinale

di Christian Tron
Christian Tron
(12 articoli pubblicati)
Christian Eriksen

Il derby della Madonnina non è mai una partita qualsiasi, in quanto i tifosi delle due squadre non vogliono assolutamente uscirne sconfitti. Entrambi gli allenatori effettuano un po' di turnover in vista dei tanti impegni ravvicinati: per i neroazzuri dentro Darmian, Perisic e Sanchez; per i rossoneri Tatarusanu, Dalot e Meite.

Appare subito intraprendente il Milan con una conclusione dal limite dell'area di rigore di Leao dopo 2 minuti, che esce di pochi centimetri dallo specchio della porta. L'Inter risponde con Lukaku al 24': girata mancina dell'attaccante che trova la risposta con i piedi di Tatarusanu. Le due formazioni si mostrano attente, concentrate soprattutto a non concedere spazi agli avversari. Al 31' però arriva il vantaggio rossonero con la solita firma d'autore di Zlatan Ibrahimovic, il quale fulmina Handanovic con un gran destro in diagonale. Il primo tempo si conclude con una rissa verbale tra Lukaku e lo stesso Ibrahimovic, terminata con un'ammonizione a testa che risulterà pesante per l'attaccante svedese.

Nel corso della seconda frazione Conte inserisce Hakimi: il cambio dà subito i suoi frutti, con l'Inter che entra in campo molto aggressiva e chiude i rivali nella propria trequarti. Al 58' Ibra stende Kolarov a metà campo, guadagnando il secondo giallo e lasciando la squadra in dieci uomini. L'episodio cambia la partita: d'ora in avanti il Milan, privo del proprio punto di riferimento in avanti, non creerà più problemi al portiere neroazzuro, mentre l'Inter acquisisce fiducia ed inizia a presentarsi spesso dalle parti di Tatarusanu. Al 71' Leao atterra ingenuamente Barella in area: dopo un breve consulto al VAR, l'arbitro assegna il rigore che Lukaku trasforma con una potente conclusione che spiazza l'estremo difensore rossonero. L'Inter continua a spingere, mentre il Milan appare stanco, sfiduciato e rinunciatario. Nel corso del cospicuo recupero assegnato per l'infortunio accorso al direttore di gara, i neroazzuri trovano la rete della vittoria con una splendida punizione di Eriksen, entrato da pochi minuti in campo.

L'Inter vince meritatamente il match: la forza della squadra e la profondità della rosa sono risultati elementi determinanti ai fini del risultato, mentre il Milan, in seguito all'espulsione del proprio giocatore più importante, ha alzato bandiera bianca, uscendo quasi del tutto dalla partita. Gol che sa di riscatto per Christian Eriksen dopo un anno molto complicato dal suo arrivo in Lombardia, periodo durante il quale è stato utilizzato in pochissime occasioni dal tecnico pugliese per ragioni puramente tattiche, in quanto il valore del giocatore non può essere messo in discussione. Dopo questa gloriosa serata riuscirà a trovare più spazio all'interno della squadra? Dato che Conte non sembra intenzionato ad utilizzare un trequartista, riuscirà ad inserirlo come mediano davanti alla difesa per far rifiatare Brozovic? 

In virtù di questo successo prestigioso, i neroazzuri recuperano fiducia in seguito al deludente pareggio di Udine con polemiche annesse, e si rilanciano prepotentemente sia per la lotta Scudetto sia per il successo in Coppa Italia, dove in semifinale incontreranno la vincente della gara di stasera tra Juventus e SPAL.

La fonte dell'articolo è l'autore Christian Tron

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.