Inter: le dichiarazioni di Spalletti dopo Inter-Napoli fanno male

Il tecnico toscano ha accusato i suoi di possedere poca qualità, ma dimentica di aver pareggiato contro il Pordenone.

di Andrea Cataldo
Andrea Cataldo
(6 articoli pubblicati)
Spalletti ACF Fiorentina v FC Internazio

Milano. I grandi allenatori difendono i propri calciatori. I grandi allenatori si addossano la responsabilità del fallimento. I grandi allenatori danno un gioco alla propria squadra. I grandi allenatori analizzano quello che hanno, e cercano di estrarre il meglio da ognuno dei propri uomini. I grandi allenatori vincono. Gli altri, si lamentano, e perdono. 

Luciano Spalletti nel post di Inter - Napoli ha ammesso, senza neanche troppo girarci intorno, che alla sua squadra manca la qualità. Ha denigrato di fatto i calciatori che compongono la sua rosa, quindi come potrà mai pretendere che calciatori che lui ha definito non di qualità, possano, a partire dalla prossima gara, combattere e correre per lui? Questo, dovrebbe essere l'abc del buon allenatore, ma il tecnico di Certaldo pare non possedere le qualità, lui si, per allenare e vincere. 

Lo dicono i numeri e il suo palmares, che manca di trofei importanti. Non ha mai vinto qualcosa di rilevante. Nessuno Scudetto, o Campionato in un Paese di primo livello, nessuna Coppa Internazionale, nessuna Champions League, nessuna Europa League, niente. Ha vinto in Nazioni che non fanno parte del gotha del calcio, e poi qualche trofeo minore in Italia. Già, in Italia. Sempre perdente, o al massimo secondo. 

Dicevano che facesse giocare bene le proprie squadre, dicevano che fosse il vero colpo dell'estate nerazzurra, dicevano che fosse il meglio in circolazione. Dicevano...

L'Inter non gioca bene, anzi non ha mai giocato.  Ha vissuto a lungo delle intuizioni dei propri talenti e poi, è crollata. La sua squadra non entusiasma, e non vince, e lui che fa? Accusa la sua squadra di poca qualità?

Spalletti dovrebbe ricordare che in questo campionato, non chissà quanto tempo fa, la squadra che lui allena non è riuscita a vincere contro il Crotone, la Spal, la Fiorentina, il Bologna, il Torino, la Lazio (mettiamoci pure il pareggio in Coppa Italia contro il Pordenone, poi battuto ai rigori) e ha perso contro Genoa, Sassuolo e Udinese. Crede Spalletti che le squadre appena elencate posseggano maggiore qualità della sua Inter? Se Spalletti ritiene di si, allora andrebbe esonerato all'istante

Ad un tratto, poche settimane fa, aveva totalizzato la stessa media punti di Stefano Pioli. A Pioli ricordiamo tutti, cosa accadde lo scorso anno all'Inter, ma a Spalletti nessuno ha il coraggio di cacciarlo. 

Dalla sua, il tecnico toscano ha una fortuna: le concorrenti per il quarto posto sono o sono state fin qui poco credibili. Roma, e soprattutto Lazio, in attesa del Milan, hanno dato l'impressione di poter perdere punti e posizioni, così i dirigenti nerazzurri hanno deciso di confermare la fiducia a Spalletti, e non rischiare di rovinare un campionato che ancora ora può raddrizzarsi. Ma l'anno prossimo bisognerà decidere se continuare con lui, o senza di lui. 

Fonte: l'autore Andrea Cataldo

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. The Edgo - 2 anni

    La squadra s’è sentita talmente sfiduciata che Candreva ai microfoni era preoccupatissimo quando ha detto: lo fa per spronarci. Se dovete fare articoli simili fate una figura migliore a stare fermi.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.