Inter, buona la prima in Tim Cup: clima surreale e panchina spolverata

L'Inter batte il Benevento agli Ottavi di Finale della Tim Cup con un sonoro 6 a 2

di Giuseppe Colicchia
Giuseppe Colicchia
(65 articoli pubblicati)
San Siro in Inter-Benevento

Luciano Spalletti può essere soddisfatto della gara disputata dai suoi ragazzi, anche se va comunque considerata la forza dell’avversario. Il Benevento gioca in Serie B e la differenza di valore tra le due squadre si è vista. Nonostante ciò  gli uomini di Bucchi hanno disputato una prova tutto sommato positiva, riuscendo a segnare anche due reti.

CLIMA SURREALE… MA I MIGLIORAMENTI?

Quella disputatasi a San Siro sembrava tutt’altro che una partita valevole per gli Ottavi di Finale della Tim Cup. Sembrava più un allenamento a porte chiuse. Questo non era dovuto alla differenza tra le due squadre (anche perché il Benevento ha cercato per tutti i 90 minuti di rendersi pericolosa e di non mollare), bensì alla decisione della Lega e dei giudici che hanno punito l’Inter, facendogli disputare questa partita (ma anche altre) senza tifosi sugli spalti. Decisione presa in seguito ai fatti di Santo Stefano di cui si è già ampiamente parlato nelle scorse settimane. Allo stadio erano presenti soltanto i dirigenti dell’Inter, alcuni bambini delle scuole milanesi e i tifosi ospiti. San Siro era stranamente silenzioso: niente cori, niente esultanze per i gol o sospiri di sollievo per i gol sbagliati dalla squadra avversaria. Una tristezza che veniva trasmessa anche a tutti i tifosi che sono stati costretti ad assistere la partita dalla propria televisione sulle reti Rai. Le urla e i rimproveri degli allenatori erano ben nitidi così come le urla dei calciatori che subivano un fallo. La fotografia della partita è l'inno dell'Inter che accoglieva l'ingresso in campo dei calciatori: inno che non sarà cantato da nessuno. Non siamo qui a dire se la punizione sia stata giusta o sbagliata ma una cosa è sicura: ad essere penalizzati non sono stati quei tifosi colpevoli di aver rivolto dei “buu” nei confronti di Koulibaly ma tutti quei tifosi che avrebbero voluto assistere allo spettacolo e ad una giornata di sport. Nelle settimane successive al 26 Dicembre sembrava che non si parlasse d’altro, ovunque. Eppure siamo sicuri che questa punizione sia servita? Le prime risposte sono arrivate dagli altri stadi, specialmente da Roma e Bologna: le persone ignoranti continuano con questi atteggiamenti di discriminazione razziale e territoriale, ma stavolta non vengono puniti…

PANCHINA SPOLVERATA

Erano in tanti i calciatori dell’Inter che aspettavano questa partita per mettersi in mostra. L’ex capitano Andrea Ranocchia ha finalmente trovato i suoi primi 90 minuti in stagione, così come Daniele Padelli che ha difeso ottimamente i pali della porta nerazzurra. Lautaro Martinez ha trovato spazio inizialmente dietro a Icardi (nel 4-2-3-1) e poi come punta centrale, dopo che il capitano era uscito a fine primo tempo. Mentre nel primo tempo ha fatto un po’ di fatica a creare occasioni da gol, nel secondo è stato senza dubbio tra i migliori in campo realizzando una bellissima doppietta. Antonio Candreva è stato probabilmente il migliore in campo: anche lui nel corso della stagione aveva trovato poco spazio ma in questa occasione ha risposto presente a Spalletti, realizzando anch’egli una doppietta. Perisic non ha realizzato alcuna rete ma ha fornito ben 3 assist ai suoi compagni; segnali di ripresa per il croato? Dalbert ha trovato la sua prima rete in maglia nerazzurra. Nel complesso un'ottima prova da parte del terzino brasiliano, nonostante i continui richiami del suo mister nel corso del primo tempo. Mauro Icardi ha giocato soltanto i primi 45 minuti, sufficienti per realizzare il gol dell’1 a 0 su rigore dopo un solo minuto dal fischio iniziale.

Il secondo gol di Candreva
Fonte: l'autore Giuseppe Colicchia

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.