Inter, a Bologna una vittoria che non convince

Primo gol in nerazzurro di Nainggolan, ma i problemi rimangono e Spalletti non trova la quadra

di Francesco Poli
Francesco Poli
(34 articoli pubblicati)
Bologna FC v FC Internazionale - Serie A

L'Inter conquista a fatica la prima vittoria stagionale, 3-0 al Bologna sul suo terreno, ma risultato maturato solo nell'ultimo quarto di gara. I nerazzurri si sbloccano con grande sofferenza al 65' con il primo gol di Nainggolan, poi all'81' e all'84' arrivano i gol del neoentrato Candreva (non segnava da un anno e mezzo, amichevoli a parte) e di Perisic, che si conferma autore di gol nei minuti finali, spesso a risultato acquisito.

Il Biscione si è trovato davanti un Bologna tutto chiuso dietro la linea della palla, con i due attaccanti rossoblù davanti a due mediani dell'Inter Brozovic e Gagliardini, un 5-3-2 invero per nulla granitico, almeno quattro gli svarioni difensivi nel primo tempo, tra uscite a vuoto del portiere e fuorigioco sbagliati, che gli attaccanti nerazzurri non sfruttano, in particolare Perisic e Keita, che sostituiva Icardi infortunato.

Alla fine il gol è arrivato con un guizzo di Nainggolan, fin lì protagonista solo di proteste verso l'arbitro, su assist del sempre vivace Politano. A questo punto Inzaghi, come spesso gli capitava già a Venezia, quando passa in svantaggio inserisce quattro attaccanti sbilanciando la squadra e prendendo un'imbarcata in contropiede dall'Inter, nel frattempo rischieratasi con un più convincente 4-3-3 rispetto al 4-2-3-1 ostinatamente ripetuto da Spalletti.

Ed è proprio l'oratore di Certaldo a dare i maggiori pensieri al pubblico nerazzurro perché a distanza di un anno e dopo la sofferta qualificazione in Champions non riesce ancora a dare un'identità alla squadra, orfana della fantasia di Cancelo e Rafinha, ma provvista ora di armi in attacco in più come Lautaro Martinez, più tanti altri acquisti, che potrebbe fare coppia con Icardi in attacco.

La società quest'estate ha fatto un mercato più che discreto, ma soprattutto seguendo le indicazioni dell'allenatore, anche se grande la delusione è stata per il mancato arrivo di Modric e in generale per la mancata grande risposta alla Juve dopo Cr7, mentre il non riscatto di Rafinha è dovuto alla scelta di Spalletti di scegliere un centrocampo più muscolare con il suo pupillo Nainggolan, nel frattempo già protagonista di episodi quantomeno discutibili fuori dal campo. 

Fonte: l'autore Francesco Poli

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. The Edgo - 2 anni

    E la Madonna, nemmeno quando vince l’Inter ottiene articoli positivi.

    1. Calciointer.net - 2 anni

      Di solito sì, ma questa volta è stata proprio una brutta partita.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.