Il resoconto della fase a gironi della Coppa d’Africa (parte 1)

Nessuna delle big fallisce l'approdo agli ottavi di finale. Miracolo RD Congo, favole Madagascar, Uganda e Benin. Delude l'Angola

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
AFCON Final - Cameroon v Egypt

Nonostante i vari tentativi di boicottaggio (Camerun e Zimbabwe in primis), cambi di sede, ramadan e impedimenti vari, in Egitto ha preso il via la 32esima edizione della Coppa d'Africa. La caccia alla coppa detenuta dal Camerun è iniziata il 21 giugno e, per la prima volta nella sua storia, non solo prende il via in estate, ma ha visto anche l'allargamento dei ranghi da 16 a 24 squadre partecipanti. Vediamo ora cosa ci ha regalato questa fase a gironi.

GRUPPO A

Il girone con protagonista l'Egitto padrone di casa ha visto un dominio netto e chiaro da parte dei Faraoni: la squadra capitanata da Momò Salah e allenata dal ct Aguirre ha ottenuto un'agevole qualificazione vincendo 3 partite su 3, dando un chiaro segnale alle altre pretendenti alla coppa. Ha sorpreso molto il rendimento dell'Uganda: le Gru, che hanno in Farouk Miya il loro asso, hanno guadagnato la qualificazione agli ottavi con il secondo posto nel girone a 4 punti e giocando un calcio molto pragmatico basato su fisicità e contropiede. Ha del miracoloso la qualificazione alla fase successiva di quella che poteva essere la più grande delusione del torneo, la Repubblica Democratica del Congo. I Leopardi, dopo due sconfitte in altrettante partite per 0-2, dovevano sperare nel flop di altre contendenti al ripescaggio e vincere con almeno 4 gol di scarto: fu così che, con il 4-0 ai danni dello Zimbabwe nel segno di Bakambu, si materializzò l'impensabile e l'RD Congo ottenne il passaggio del turno. Molto rammarico, invece, per lo Zimbabwe di Musona: i Guerrieri avevano mostrato un buon calcio e venivano da ottime prestazioni con Egitto e Uganda, ma al momento decisivo sono crollati sotto i colpi di un RD Congo superiore.

GRUPPO B

In questo raggruppamento, ci sono due favole che hanno avuto degli esiti completamente opposti: da una parte vediamo il Madagascar che, alla sua prima partecipazione al massimo torneo continentale africano, riesce a centrare una storica qualificazione agli ottavi di finale da prima del girone con 7 punti, nonostante la squadra sia composta perlopiù da dilettanti (sebbene in rosa siano presenti Morel, Anicet e Andria) e il ct francese Dupuis lavori part-time. Un autentico capolavoro quello fatto finora dai Barea; dall'altra parte, invece, vediamo un'altra squadra alla sua prima partecipazione in assoluto nella competizione, che è il Burundi. Arrivate a giocarsi questa competizione dopo aver eliminato a sorpresa il Gabon di Aubameyang e Lemina, le Rondini hanno chiuso il loro torneo senza totalizzare nemmeno un punto e senza riuscire ad andare a segno, nonostante la presenza in attacco di Saido Berahino. Ritorno con qualificazione agli ottavi per le Super Aquile della Nigeria, dopo un'assenza durata 4 anni. Certo, il secondo posto, per chi ambisce al titolo, è deludente, ma le risorse non mancano a Obi Mikel e soci. Qualificazione tramite ripescaggio gli Elefanti Nazionali della Guinea: Naby Keita e compagni, con 4 punti, si sono assicurati un posto tra le top 16 del continente.

GRUPPO C

Tutto troppo facile per due delle pretendenti alla vittoria finale: l'Algeria di Mahrez e il Senegal di Mané e Koulibaly. I Fennec riescono a vincere a sorpresa il girone a punteggio pieno davanti ai Leoni della Teranga, ciò nonostante le assenze importanti di giocatori del calibro di Ghoulam, Ghezzal e Bentaleb, un buon modo per rilanciarsi e dimenticare la mancata qualificazione al Mondiale di Russia. Il Senegal ha peccato leggermente di presunzione ed ha perso il primato, ma dagli ottavi in poi dovrà tirare fuori gli artigli per evitare un'eliminazione prematura. Nulla da fare, invece, per il Kenya di Wanyama e la Tanzania di Samatta: le Harambee Stars, con 3 punti in classifica, hanno mancato il ripescaggio a causa di una differenza-reti disastrosa (molto ha influito lo 0-3 all'ultima giornata con il Senegal), mentre le Taifa Stars non sono riuscite ad ottenere nemmeno un punto nelle 3 partite giocate.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.