Il razzismo nel calcio italiano è un problema grave

Anche se andiamo verso una società multietnica in Italia il razzismo persiste

di Mario giovanni Cardamone
Mario giovanni Cardamone
(301 articoli pubblicati)
Il Calcio Malato Football Seminar

In Italia il razzismo non è stato superato, anzi con l'avvento del governo giallo- verde con Salvini grande stratega si stanno sempre più alzando muri e barriere. Il concetto è sbagliato da un lato perché si crea una distinzione fra individui per il colore della pelle e esatto dall'altro l'Italia non può vedere nel calcio baby giocatori di colore sfruttati e abbindolati da false promesse. Come in tutte le cose ci vuole equilibrio massimo e Salvini non è un demonio quando chiude i porti.

Ma parlando di calcio inerente al razzismo bisogna dire che l'esempio deve partire in primis dai dirigenti; imperdonabile l'uscita improvvida dell'ex presidente federale Carlo Tavecchio che nel riferirsi ai giocatori che giocavano nella nostra serie A nel 2014 parlò di "Optì Pobà che mangiano banane".

Poi grande presa di posizione di Kevin Prince Boateng quando il 3 gennaio 2013 provocato da una ventina di tifosi scagliò il pallone in curva nell'amichevole Pro Patria- Milan e fece ritirare la squadra rossonera dando un segnale molto forte e di rottura contro episodi di discriminazione per il colore della pelle. In ultimo per ordine di tempo i buu razzisti a Bakayoko e Kessiè  dei tifosi laziali in Milan-Lazio  al ritorno della semifinale di Coppa Italia del 24 aprile 2019 ed è tutto dire che la società va avanti ma il problema razzismo persiste.

Il pensiero è prendere coscienza che il nero o l'uomo di colore è un nostro fratello e non va discriminato assolutamente: va invece punito come un qualsiasi italiano quando delinque o non è corretto nei confronti della società in cui vive e vivendo in Italia si deve adattare ai nostri usi e costumi. Se vuole perseguire usi suoi personali non deve costituire un pericolo. 

Il razzismo verrà debellato nel calcio italiano e nella società italiana se ci sarà rispetto delle usanze italiane e se si avrà voglia di accettare e integrare il diverso.

Bakayoko
Fonte: l'autore Mario giovanni Cardamone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.