Il posto di Paulo Dybala nel calcio

Il 2018 sarà un anno decisivo per l'ascesa della Joya

di Marcello Lavetti
Marcello Lavetti
(94 articoli pubblicati)
Genoa CFC v Juventus - Serie A

Sorriso. La partita con il Verona ha finalmente restituito serenità a Paulo Dybala. Due gol e soprattutto la cattiveria agonistica tirata fuori nel momento giusto. Proprio quello che chiedeva Allegri, che non ha esitato a confinarlo in panchina pur di stimolarne la reazione. La seconda rete, in particolare, è stata magnifica, con l’argentino a dribblare avversari che neanche Hirscher…

Patrimonio. Non c’è dubbio che Dybala sia al momento il maggior patrimonio tecnico della Juventus, l’unico elemento con la prospettiva di diventare un giorno il miglior giocatore al mondo. Il suo non è stato un percorso così semplice come può apparire, in Italia è arrivato diciannovenne grazie al Palermo e ci ha messo tre anni per diventare un calciatore top, compresa una stagione non esaltante in serie B.

Paragoni scomodi. Che Paulo sia un fuoriclasse è fuori di dubbio, quello che è sbagliato, come lo stesso Allegri ha più volte rimarcato, è il paragone con alieni come Cristiano Ronaldo e Messi. Sia la Pulce che CR7 sono già oggi tra i primi cinque-sei giocatori nella storia del calcio, pensare che l’attuale numero dieci bianconero possa arrivare a tali livelli, beh, è quanto meno un azzardo enorme. Quando si ha la fortuna di poter godere delle gesta di simili fenomeni, bisogna solo ringraziare. Quello che però non si deve fare è pensare che arriveranno subito gli eredi pronti a prenderne il posto nella storia. Non è successo con Pelè e Maradona e probabilmente non succederà nemmeno coi due vincitori degli ultimi dieci Palloni d’oro.

Obiettivi reali. A ventiquattro anni la Joya deve cominciare a prendersi il palcoscenico in maniera definitiva e senza discussioni. Per farlo dovrò necessariamente recitare da attore protagonista in Champions League, a tal proposito non è accettabile lo zero alla casella gol segnati nei gironi appena conclusi. Il mondiale in Russia sarà poi un altro test mica male. Se le doti tecniche sono fuori discussione, sono il carattere e la continuità nell'essere decisivo a mancare ancora per arrivare ad un livello superiore.

Rebus ruolo. Nel calcio moderno, il vecchio detto che se uno è bravo riesce ad emergere in ogni ruolo, è fuori luogo. Lo dimostrano le difficoltà di Messi con l’Argentina, dove le caratteristiche dei giocatori creano un contesto tattico in cui Leo spesso pare estraniarsi. Anche il Pogba che fatica con il Man United dimostra come l’esatto ruolo esalta il campione. Allegri pensa che Dybala sia essenzialmente un trequartista, uno da quindici-venti gol massimo a campionato con altrettanti assist distribuiti. Ma è davvero questo il suo posto in campo, dietro ad una o due punte ma comunque sempre in appoggio al centrocampo?

Più avanti. Credo che in realtà Paulo sia molto più uomo-gol di quanto possa sembrare, le sue realizzazioni nel campionato italiano sembrano in realtà propendere più verso la versione di Max, ma è una questione di prospettive. A Palermo agiva da prima punta in una squadra che dipendeva interamente dal suo talento e da quello del mudo Vasquez, praticamente le occasioni se le creavano da soli. A Torino Dybala può dialogare con diversi giocatori di talento, ma parte troppo spesso da una posizione arretrata, nel bel mezzo dell’ingorgo di centrocampo con una selva di avversari pronti ad aggredirlo, e con la sua conformazione fisica alquanto leggera (più di Messi che ha maggior potenza), si trova a dover uscire da tale mattanza esclusivamente col dribbling, a volte facendo pure a spallate. Una maggior vicinanza alla porta, come seconda punta che parte dalla mattonella di destra appena fuori dall'area, gli consentirebbe di avere meno uomini addosso e meno spazio da coprire così da mettere a frutto con maggior efficacia il suo tiro di sinistro preciso e veloce. Dybala non è un regista offensivo, e sempre per restare in casa bianconera, può essere più simile a Del Piero che a Zidane.

Fonte: l'autore Marcello Lavetti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.