Il Milan riammesso in Europa: ribaltata la sentenza dell’UEFA

Il TAS di Losanna ribalta la sentenza dell'UEFA e riammette i rossoneri alla prossima edizione dell'Europa League: decisivo il passaggio ad Elliott

di Nicola Avolio
Nicola Avolio
(14 articoli pubblicati)
AC Milan v Hellas Verona FC - Serie A

Dopo la sentenza dell'UEFA dello scorso giugno che aveva escluso il Milan dalla prossima edizione dell'Europa League, da poche ore è giunta la notizia che tutti i tifosi rossoneri attendevano: il TAS di Losanna (Tribunale Arbitrale dello Sport) ha ribaltato parzialmente la sentenza dell'UEFA, riammettendo quindi i rossoneri in Europa, e ha deciso di rinviare nuovamente il dossier Milan all'UEFA, per una pena proporzionata e affinché venga rivalutata la possibilità di un accordo che riconduca il club rossonero all'interno delle condizioni imposte dal Fair Play finanziario. 

Dopo un periodo buio, ecco finalmente una buona notizia per i tifosi rossoneri, nonché una buona dose di fiducia per la squadra stessa, che oggi alle 17 sarà impegnata nell'amichevole contro il Novara, la prima di questo movimentato precampionato: decisivo è stato, per il ribaltamento della situazione, il passaggio di proprietà da Yonghong Li (indagato, tra l'altro, a Milano per falso bilancio) al fondo Elliott, che intende risanare e rifinanziare il club. Decisione, questa, che andrà ad influire fortemente anche sul mercato, non solo per i milioni che la partecipazione all'Europa League può far incassare, ma soprattutto per la possibilità di trattenere i big (ad esempio Bonucci e Donnarumma, nelle ultime ore fortemente accostati al PSG) e acquistarne di altri (come, ad esempio, Morata o Higuain, che hanno dato la loro disponibilità al trasferimento in rossonero).

Rossoneri che, con questa riammissione, giocheranno l'Europa League a partire dalla fase a gironi, complice anche il sesto posto ottenuto nella scorsa Serie A, mentre l'Atalanta retrocede nuovamente ai preliminari giocandosi la qualificazione al tabellone principale contro il Sarajevo (andata il 26 luglio e ritorno il 2 agosto); esclusa nuovamente la Fiorentina, che aveva anche anticipato di un paio di giorni la partenza per il ritiro in previsione di una possibile partecipazione alla competizione.

Fonte: l'autore Nicola Avolio

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.