Il Lanusei non si ferma più, l’Avellino spreca troppo ad Anagni

Ne approfitta il Trastevere che vince 4-2 contro la Vis Artena, mentre risale anche il Monterosi: gli irpini sono l'unica squadra di testa a non vincere!

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(297 articoli pubblicati)
avellino

 Si è conclusa nel weekend la 23esima giornata del girone G di Serie D

Vola il Lanusei, sempre solo in vetta alla classifica con 51 punti, che infligge un poker a domicilio all'ostica Albalonga. Non molla il Trastevere, tornato secondo a -3 dai sardi grazie al bel successo casalingo contro la Vis Artena. Frena il Latte Dolce, che torna sul terzo gradino del podio dopo il pareggio a reti bianche in casa del Latina.

Il Lanusei vince ancora e resta ben saldo in vetta. La squadra di Gardini vince in casa dell’Albalonga (1-4) con una prova di autorità e maturità. I lanuseini dominano dal primo minuto all'ultimo, passando avanti con Tenkorang al 16’ e raddoppiando con lo stesso attaccante nella ripresa al 48’; Demontis cala il tris a quindici dalla fine, Succi poi accorcia per i laziali. Al minuto 86’ ci pensa Ladu a chiudere il poker.

Grande vittoria per il Trastevere di Pier Luigi Betturri che s’impone 4-2 allo Stadium contro la Vis Artena ottenendo la seconda vittoria consecutiva in campionato dopo quella contro l’Aprilia Racing Club. Il primo episodio chiave arriva con una magia di Lorusso che provoca il penalty per il Trastevere: sul dischetto si presenta Cardillo ma para bene Rausa al 35’. Al 37’ tiro dalla distanza che Rausa non trattiene con Lucchese che, da vero rapace d’area, realizza l’1-0.

Al 40’ il pareggio immediato della Vis Artena con l’ex di giornata Tarantino che firma l’1-1. Nel secondo tempo dopo 1 minuto Cardillo di testa realizza il nuovo vantaggio del Trastevere e al 10’ Lucchese si guadagna un meritato calcio di rigore che viene trasformato con freddezza da Lorusso. La gara si mantiene viva e al 19’ il neo entrato Tozzi firma il 2-3 che riapre il match. Ultima emozione della gara la firma di capitan Marco Sfanò dopo l’incornata di Cardillo che chiude il match sul 4-2.

Al Caslini di Colleferro s’arresta l’operazione “remuntada” dell’Avellino. La Città di Anagni blocca i lupi, in un match terminato uno a uno, nel quale l’Avellino non ha saputo sfruttare le occasioni capitategli. Punteggio beffardo e rammarico fra gli irpini. Per la gara odierna, Bucaro ripropone il canonico 4-3-3. Esordio in biancoverde per Betti. Rilancio di Viscovo tra i pali. Centrocampo over con Matute, Di Paoloantonio e Gerbaudo. E confermato il solito tridente, con De Vena preferito a Sforzini. La prima parte di match è totalmente appannaggio dei biancoverdi, e sorride a quest’ultimi. Gli uomini di Bucaro gestiscono la gara sin dal primo minuto, chiudendo gli avversari nella loro metà campo. Giro palla rapido, possesso e iniziative offensive. Al quarto d’ora, l’Avellino passa in vantaggio. Cross di Da Dalt dalla sinistra per Alessandro De Vena. La punta biancoverde, con un sinistro al volo, da posizione ravvicinata, batte Stancampiano. Nonostante il vantaggio, i lupi continuano ad attaccare, impensierendo la retroguardia avversaria. Cinque minuti più tardi, De Vena ha l’occasione di raddoppiare, ma non capitalizza. I padroni di casa non riescono a trovare la reazione, e Viscovo non viene mai chiamato in causa. Il primo tempo termina sul medesimo punteggio. La seconda frazione prosegue sulla falsa riga dei primi quarantacinque minuti. Gli irpini continuano ad avere il pallino del gioco. Al settimo minuto Da Dalt in tuffo, di testa, sfiora il palo. Poco dopo, De Vena non sfrutta la ghiotta occasione servita da Parisi. Il suo tiro in area di rigore si stampa sulla traversa. Le occasioni fallite dai lupi costano il pareggio dell’Anagni. Incredibilmente, alla prima vera conclusione in porta, i padroni di casa trovano il pareggio. A dieci minuti dalla fine, il neo-entrato Cardinali sfrutta la complicità di Morero e Viscovo, che si fa infilare dall’attaccante romano. Anagni uno, Avellino uno. Gli uomini di Bucaro accusano il colpo. L’Avellino spreca l’occasione di proseguire la ricorsa alla capolista Lanusei, oggi vittoriosa, e distante ora sette punti.

lanusei
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.