Il comandante silenzioso

Bepi Pillon e il suo Pescara a caccia di un sogno

di Ilario Ianiri
Ilario Ianiri
(49 articoli pubblicati)
pILLON

Tutti a inizio stagione (chi scrive compreso) avevano la sensazione che questo campionato sarebbe stato a due, con Benevento e Verona a dominare la stagione, per valore di rosa, e anche per disponibilità economiche.

 poi arriva un signore dai modi gentili, nato a Preganziol l'8 febbraio 1956, che prende la sua squadra per mano e le dice, andiamo e giochiamo a pallone, poi vediamo, beh, l'esperimento dell'andare e vedere come va senza pensare a niente, fino a questo momento è riuscito alla grande, una squadra che segue il suo comandante buono come un orchestra.

 Vincenzo Fiorillo è il Leader fedele, quello che pur di rimanere nella sua Pescara, ha rinunciato ad un bel contratto economicamente vantaggioso, perchè si sta meglio a Pescara, in difesa c'è lui, Hugo Campagnaro, che in alcuni tratti sembra aver ritrovato la brillantezza di un tempo, e lo ha dimostrato in molte prestazioni quest'anno, poi c'è un ragazzo Andrew Gravillondifensore di vent'anni con il vizio del goal, a centrocampo, una bella scoperta, Josè Machin, pratico centrocampista che non si tira indietro quando c'è da buttala dentro, in attacco c'è un laterale che si diverte a fare la punta, si chiama Leonardo Mancuso, che sotto la guida di Pillon sembra essere tornato indietro di due anni, quando a San Benedetto Del Tronto segnava con una regolarità impressionante, senza dimenticare, la giovane età di Mirco Antonucci, talentino in prestito dalla Roma... Poi c'è la componente più importante, il calore della città di Pescara,  calcisticamente innamorata e a forma di fiammifero, alla quale basta poco per accendersi e altrettanto poco per spegnersi, adesso sono entrati in partita anche loro, ed il coro salutate la capolista al termine della partita con il Benevento lo dimostra, il Giovanni Cornacchia sembra essere un fortino per il Pescara, sempre vittorioso bel suo stadio, ma sofferente di pareggite in trasferta, il Pescara si trova lì, primo in classifica, con due punti di vantaggio sul Verona e quattro sul BeneventoBepi Pillon si gode i suoi ragazzi, tenendoli però saldamente con i piedi per terra.  

Fonte: l'autore Ilario Ianiri

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.