Il ciclone Fiorentina spazza via la Roma: 7-1 in Coppa Italia

La squadra viola rifila un 7-1 di portata storica ai giallorossi nei quarti di finale della coppa Italia e vola in semifinale

di Antonio Siracusa
Antonio Siracusa
(106 articoli pubblicati)
ACF Fiorentina v AS Roma - Coppa Italia

Non ci sono aggettivi per definire la figuraccia della squadra Di Francesco. Al cospetto di una Fiorentina stellare, riecheggiano i peggiori incubi della recente storia romanista. La notte nera del Franchi al pari di quella dell'Old Trafford, nel ritorno dei quarti di finale della Champions League 2007, e di quella dell'Olimpico, sette anni più tardi, e sempre nella massima competizione continentale. Allora furono Manchester United e Bayern Monaco a strapazzare la Roma, e sempre con un pesantissimo 7-1. L'allenatore abruzzese, che ha si centrato una storica semifinale di Champions lo scorso anno, ma che aggiunge un altro record negativo, dopo aver eguagliato, nello scorso campionato, e a distanza di 71 anni,  quello delle sei sconfitte casalinghe.  

 Se a Bergamo i giallorossi avevano spento la luce, subendo un'incredibile rimonta, a Firenze hanno staccato anche il contatore. Una partita senza storia. La doppietta di Chiesa, dopo appena venti minuti, aveva già fatto presagire quale squadra avrebbe ottenuto il pass per le semifinali, soprattutto perché la Roma in questa stagione le rimonte non è in grado di farle, ma solo di subirle. Illusorio, in tal senso, il gol del provvisorio 1-2 di Kolarov. Ogni velleità romanista viene definitivamente spenta cinque minuti più tardi da Muriel, che quando incrocia la Roma sembra un toro nella corrida quando avvista il rosso. La Roma, infatti, è la squadra a cui il colombiano ha segnato di più. Con quella di stasera ben 7 gol. Nel secondo tempo, neanche gli ingressi di Dzeko, che verrà poi anche espulso, e di Lorenzo Pellegrini, hanno l'effetto di dare una scossa. Il monologo viola continua, e per gli attaccanti di Pioli è festa grande. Segna ancora Chiesa, che si porterà così il pallone a casa in ricordo della sua tripletta, e Benassi. L'imbarazzante retroguardia di Di Francesco riesce anche nell'impresa di far riassaporare la gioia del gol, dopo tre mesi di astinenza, a Simeone, autore di una doppietta.

E così la Roma esce da una competizione che poteva e doveva essere un obiettivo per poter arricchire una bacheca che da 11 anni mangia solo polvere. Esce, poi, nel modo peggiore che si potesse immaginare. Umiliata. Una difesa che è un vero colabrodo, Pastore autore di 45 minuti degni di una partita tra scapoli e ammogliati, un atteggiamento di squadra, ed un approccio alla gara ancora una volta non adeguati.  Alla luce di tutto questo viene difficile capire perché la società, in questa sessione di mercato, non abbia effettuato alcuna operazione per poter puntellare un gruppo che troppo spesso in questa stagione ha deluso le attese. Imprevedibili adesso capire quali saranno le ripercussioni dopo una serata del genere. Lo stesso Di Francesco rischia un clamoroso allontanamento, impensabile fino a qualche settimana fa. In ogni caso, si dovrà immediatamente ripartire. A cominciare dalle uniche luci in questa notte buia, il solito Nicolò Zaniolo, l'unico a lottare, e l'ultimo ad arrendersi, un vero predicatore nel deserto, e il fondamentale ritorno, dopo tre mesi di assenza, di Daniele De Rossi. Un recupero importante per dare protezione ad una difesa troppo fragile, e per innescare una buona dose di personalità all'interno del gruppo.  All'orizzonte c'è la delicatissima sfida con il Milan di Domenica sera all'Olimpico. Una gara spartiacque. Un eventuale passo falso anche Domenica, allontanerebbe quello che è, ormai, l'unico obiettivo rimasto per poter salvare una stagione altrimenti fallimentare: la qualificazione alla prossima Champions League

ACF Fiorentina v AS Roma - Coppa Italia
Fonte: l'autore Antonio Siracusa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.