Il calcio in URSS: la gloriosa Dinamo Kiev. Valeri Lobanovski (V)

Le origini del calcio sovietico: Valeri Lobanovski. La rivoluzione del campionato e il Bronzo a Montréal (1976)

di Davide Manca
Davide Manca
(372 articoli pubblicati)
FC Dynamo Kyiv v FC Karpaty Lviv - Ukrai

Nel 1976 crollano tutte le certezze di Valeri Lobanovski allenatore. Il tecnico è un grande sostenitore del campionato autunnale, vuole modificare la formula del torneo sovietico e adeguarlo a quelli dell'Europa occidentale, per facilitare il compito della Dinamo Kiev, e più in generale delle squadre sovietiche, nel corso delle competizioni europee. Anche grazie al già citato Scherbitski, Lobanovski è parzialmente accontentato e per la seconda e ultima volta nella storia, la prima divisione del campionato sovietico finisce a luglio: il campionato a cadenza solare si spezza in due, si giocano due tornei separati della durata di quattro mesi, sola andata.

La Dinamo Kiev però non gira, esce in Coppa dell'URSS, esce clamorosamente in Coppa Campioni cadendo ai supplementari contro il modesto Saint-Etienne (2-0 a Kiev, 0-3 in Francia) e in campionato non vince più. Mosca torna ad assaporare la vittoria a distanza di quattro infiniti anni dall'ultimo trionfo e a sei dall'ultimo campionato vinto.

Il Colonnello ripone le ultime speranze nella Nazionale dell'Unione Sovietica, ma tra la fine dell'ultimo anno e l'inizio del 1976, lui e il suo assistente (o co-allenatore) Bazylevich notano che la squadra cede spaventosamente nel finale di partita: in un'amichevole nella primavera 1976, la Nazionale avanti due reti a zero contro la Cecoslovacchia, si fa rimontare negli ultimi minuti fino al pareggio. La condizione di forma dei calciatori di Kiev sta sparendo. La settimana dopo, Lobanovski mischia le carte schierando metà Kiev e metà Mosca contro l'Argentina: finisce 1-0 per i sudamericani, decide Kempes. L'amichevole con la Bulgaria è l'ultima prova disponibile prima dei quarti di finale dell'Europeo contro la Cecoslovacchia: l'URSS vince e convince, 3-0 ai bulgari.

Un mese più tardi, a Bratislava, si gioca il primo incontro valido per l'Europeo 1976: Lobanovski si affida al «blocco Dinamo Kiev», finisce 2-0 per gli altri. Al ritorno, a casa, occorre ribaltare il risultato, ma il centrocampista cecoslovacco Josef Moder non è d'accordo: firma due reti, a Kiev l'URSS rimedia il 2-2, è fuori. La Cecoslovacchia vincerà il torneo. Lobanovski è graziato, può giocarsi ancora l'Olimpiade canadese.

Ai giochi olimpici, l'URSS vince contro Canada, Corea del Nord e Iran, venendo eliminata in semifinale contro la Germania Est per 2-1. Ci si gioca il terzo posto nella finalina col Brasile, Lobanovski vince il 2-0 e porta a casa almeno qualche medaglia, ma non può essere soddisfatto del risultato: la Federcalcio lo vorrebbe trattenere, tuttavia il tecnico decide di lasciare l'incarico, gli allenamenti hanno influito negativamente sui risultati della sua Dinamo Kiev. Molti calciatori non saranno più convocati in Nazionale. Loban si consola per l'annata disastrosa figurando degnamente in Coppa Campioni: i sovietici superano Partizan Belgrado e PAOK con risultati roboanti, garantendosi i quarti di finale contro il Bayern Monaco.

Il 1976 non finisce: Oleg Bazylevich si dimette da vice allenatore a causa dei molti rapporti conflittuali con i giocatori, andrà a Minsk. La luce su Kiev si spegne lentamente e la città perde la sede della Nazionale sovietica: si torna a Mosca. Solo nel 1987 la capitale ucraina rivedrà i colori dell'Unione Sovietica calcistica, nuovamente guidata dall'ingegnere.

Fonte: l'autore Davide Manca

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.