Genoa, missione compiuta: vittoria col Crotone nel segno di Bessa

1 a 0 al Crotone e salvezza (quasi) matematica per il Genoa. Per i calabresi situazione sempre piú complicata.

di Paolo Gavarone
Paolo Gavarone
(18 articoli pubblicati)
Genoa Crotone

Il suo gioco non sarà particolarmente spettacolare ma il Genoa di Ballardini ha raggiunto il suo obiettivo. Le polemiche post derby per l'eccessivo difensivismo non sembrano essere state raccolte dal popolo rossoblú che per questo "match point" salvezza non ha fatto mancare il suo sostegno. Serviva una vittoria ed é arrivata. A volte poca lucidità e qualche brivido nel finale ma anche fisicitá, concentrazione e determinazione. I tre punti arrivano, la zona calda si allontana, la Nord dedica cori al tecnico romagnolo che riceve cosí dalla tifoseria quella conferma che invece non ha ancora ricevuto dalla società.  

Primo tempo agevolmente controllato dal Genoa, con un Crotone remissivo e costantemente messo in difficoltà dal ritmo dei liguri. Il gol di Bessa suggella questa supremazia ma non modifica la trama dell'incontro. Medeiros, Bessa, Galabinov, per quanto con poca precisione, continuano a tenere in allerta Cordaz, mentre gli uomini di Zenga arrivano all'intervallo senza impensierire mai Perin.

Si ci aspetta un secondo tempo con un Crotone alla disperata ricerca del pari, ma i calabresi non riescono a mettere in campo quella grinta e motivazione che dovrebbe avere ad aprile una squadra terzultima in classifica. Fino al 75' la partita sembra addormentata, con un Genoa in calo fisico che non propone più e un Crotone comunque inconcludente, che sembra aspettare gli ultimi minuti per tentare il tutto per tutto. Ed in effetti nell'ultimo quarto d'ora si accende la partita. Con i liguri in affanno fisico arrivano le prime occasioni per i rossoblú di Calabria. Ricci colpisce il palo e Trotta impegna Perin con un una conclusione dal limite dell'area. Zenga inserisce anche Tumminello e il vivace Diaby ma la retroguardia ligure non cede. In contropiede Bertolacci colpisce la traversa e si arriva al cosí al fischio finale che sancisce la salvezza quasi matematica del Genoa.

Obiettivo minimo stagionale raggiunto con un certo anticipo. Obiettivo minimo ma non scontato, considerata la situazione in cui si trovava la squadra a novembre. Salvezza ancora tutta da conquistare per il Crotone. Calendario e quanto visto in campo in termini di qualità e atteggiamento non inducono all'ottimismo ma, come bene sanno in riva allo Ionio, nella bagarre per non retrocedere tutto può succedere, fino all'ultimo minuto.

Fonte: l'autore Paolo Gavarone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.