Francia prima semifinalista: Uruguay sconfitto 2-0

Nonostante una partita giocata sottotono, Griezmann sale in cattedra con un assist sul vantaggio di Varane e un gol su papera di Muslera. Male Mbappe e Suarez

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Uruguay v France Quarter Final - 2018 FI

Sono cominciati i quarti di finale di Russia 2018. A Nizhny Novgorod, la Francia di Deschamps riesce a battere con un comodo 2-0 un Uruguay molto spigoloso, ma che ha pagato a caro prezzo in materia di pericolosità offensiva l'assenza del Matador Cavani, con Suarez e Stuani assolutamente impalpabili. Ci sarebbe molto da dire sulla partita svogliata e abulica del Pistolero, il quale in campo sembrava uno dei tanti e non il solito giocatore con la marcia in più, isolato sempre di più dalla manovra non solo per demerito dei suoi compagni, ma anche per il suo scarso impegno. Male anche l'altro giocatore più atteso, Kylian Mbappé, che si è fatto notare soltanto per un'inutile simulazione nella metà campo uruguaiana che gli è costata un cartellino giallo. A onor del vero, della partita si salva veramente poco: ritmi bassi, una quantità esorbitante di errori tecnici da ambo le parti, botte da orbi a centrocampo e manovre farraginose caratterizzate dall'assenza di verticalizzazioni. Alla fine, ha avuto ragione la squadra che disponeva del maggior tasso tecnico e, per risolvere una partita del genere, ci è voluto un Griezmann bravo e fortunato in occasione dei 2 gol messi a segno dai Bleus

Passando alla partita, già detta della defezione del Matador (sostituito in maniera tutt'altro che efficace da Stuani), Deschamps ha dovuto rinunciare a Matuidi per squalifica, sostituendolo con Tolisso. Sin dai primi minuti si capisce che la gara può essere risolta solo tramite episodi, visto che la Francia non pareva molto ispirata dal punto di vista offensivo e la difesa uruguaiana chiudeva diligentemente tutti gli spazi grazie anche al suo marchio di fabbrica, garra charrua. La prima occasione della partita è di marca Celeste e capita sul piede di Stuani al 5', il quale, dopo aver ricevuto palla da Laxalt, non riesce ad inquadrare la porta col mancino. Al quarto d'ora, la Francia prova a rispondere con un colpo di testa di Mbappé, col pallone che sorvola la traversa della porta difesa da Muslera. Dopo minuti di nulla, al 40' la Francia passa in vantaggio grazie a Varane, bravo a prendere il tempo a Stuani e a girare in rete di testa un cross da calcio piazzato di Griezmann dalla trequarti per l'1-0. Subito il gol, l'Uruguay tenta subito di pareggiare per non finire il primo tempo in svantaggio e, al 44', spreca una doppia occasione con Caceres, il quale si fa parare con un prodigio da Lloris il suo colpo di testa diretto all'angolino, e con Godin, il quale, da pochi passi, ribatte incredibilmente alto sopra la traversa.

Nella ripresa, Tabarez inserisce Maxi Gomez ed il "Cebolla" Rodriguez al posto di Stuani e Bentancur per cercare di raddrizzare la situazione e rinforzare l'attacco uruguaiano, ma al 61' arriva il colpo di grazia dei Galletti: Griezmann riceve palla al limite dell'area da Tolisso su un capovolgimento di fronte e tira verso il centro della porta, Muslera prova a respingere il tiro, ma si butta goffamente dentro il pallone, permettendo alla Francia di portarsi sul 2-0. La botta si fa sentire per gli uruguaiani e l'unica vera occasione che hanno per riaprire la partita è un tiro al volo dal limite dell'area di Rodriguez al 65', con il pallone che sfiora il palo alla destra di Lloris. Per il resto, la Francia controlla la partita a proprio piacimento e rischia anche di portarsi sul 3-0 con una conclusione a giro dal limite di Tolisso, che però non inquadra lo specchio della porta. La partita proseguirà stancamente senza ulteriori sussulti fino al triplice fischio che sancisce l'approdo della giovane Francia tra le prime 4 del Mondo, mentre l'Uruguay si ritrova fuori condannato oltremisura dai propri limiti tecnici.

Certamente la Francia vista oggi ha convinto poco e, in semifinale, gli enfants terribles di Deschamps dovranno fare molto meglio di così, anche perché la prossima avversaria sarà la vincente di Brasile-Belgio, quindi l'impegno sarà tutt'altro che morbido.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.