Focus sulla Nation League, la nuova creatura di casa UEFA. League C

Analisi sulla neonata rassegna continentale, che suscita sicuramente curiosità. In questo terzo "episodio", analisi dei quattro gruppi della terza serie

di Antonio Salvati
Antonio Salvati
(78 articoli pubblicati)
il Trofeo della Nation League

Andiamo ad analizzare la League C,

GRUPPO 1 - Ai blocchi di partenza Albania, Scozia e Israele. La mia personale preferenza va all'Albania, squadra in grande crescita in questi anni e che può permettersi il lusso di qualche buona individualità che le altre due compagini non possono vantare. L'Israele può essere una squadra molto insidiosa, soprattutto in casa, mentre la Scozia è, credo, il fanalino di coda del girone, francamente, prima candidata alla retrocessione. Almeno fino alla smentita del campo.

GRUPPO 2 - Gruppo che prevede la presenza di Ungheria, Grecia, Finlandia ed Estonia. L'Ungheria potrebbe rivelarsi la sorpresa e ottenere la qualificazione in League B. Non che la Grecia sia così inferiore ai magiari, anzi, potrebbe essere vero il contrario, ma gli ellenici sono una squadra così incostante e potrebbero essere loro stessi causa del loro fallimento. Finlandia ed Estonia non credo possano aspirare alla vittoria del girone; mi verrebbe da dire che siano le vittime sacrificali sull'altare delle altre due squadre. A meno di grossi ribaltoni, che vedo abbastanza improbabili.

GRUPPO 3 - Norvegia, Bulgaria, Slovenia e Cipro. Credo sia il girone della League C potenzialmente più interessante. Cipro ha fatto passi da gigante, almeno a livello di club e magari il fenomeno potrebbe avere ripercussioni positive anche sulla nazionale. La Slovenia ha buone individualità e con un po' di fortuna potrebbe anche vincere il girone, ma non sarà facile perché Bulgaria e Norvegia sono squadre difficili da affrontare, soprattutto in trasferta. Dovendo sceglierne una su quattro, punterei sulla Bulgaria, ma attenti a Cipro. Potrebbe essere la grande sorpresa della League C.

GRUPPO 4 - La Serbia dovrebbe avere il terreno abbastanza spianato. La concorrenza di Romania, Montenegro e Lituania non dovrebbe essere di quelle insuperabili. Certo, il derby ex jugoslavo contro Montenegro è una partita sempre molto sentita ed aperta ad ogni risultato, ma una Romania in fase calante da un bel po' di anni e la Lituania sono squadre ampiamente alla portata. Più che per la promozione in B, c'è tanta incertezza per la retrocessione in League D. Potrebbe salvarsi anche la Lituania, se in casa riesce a piazzare qualche vittoria. Ma, in generale, dietro la Serbia, c'è incertezza.

Fonte: l'autore Antonio Salvati

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.