Fiorentina-Benevento: ultimo saluto ad Astori dagli spalti del Franchi

Clima surreale all'interno dello stadio, un silenzio che sfonda i timpani

di Giacomo Mazzanti
Giacomo Mazzanti
(10 articoli pubblicati)
Vitor Hugo Fiorentina-Benevento

Un lunch-match diverso dal solito, un lunch-match che per la squadra Viola doveva essere facile da affrontare, uno spettacolo a cielo aperto al Franchi per poter portare a casa i 3 punti e regalare felicità ai tifosi.

Così non è andata, o meglio, i 3 punti la Fiorentina li ha incassati ma sorrisi e felicità non hanno partecipato a questa sfida. Già durante riscaldamento delle due squadre il clima è inverosimile, un silenzio totale avvolge il rettangolo di gioco, i giocatori della Fiorentina sono apparentemente concentrati sulla partita ma vedono - e sentono-  che manca qualcuno tra di loro, manca fisicamente, perché nei pensieri e nel cuore è sempre lì con loro e se questo non fosse chiaro è la Curva Fiesole a ricordarlo con uno striscione che recita "Ci sono uomini che non muoiono mai".

Finito il riscaldamento entrambe le squadre tornano negli spogliatoi per indossare le divise di gara, lo speaker annuncia le formazioni di Benevento e Fiorentina ma senza farsi aiutare dal solito boato del Franchi, è lui a leggere tutte le formazioni fatta eccezione per un nome, quello che legge alla fine del suo annuncio "Con il numero 13, il nostro Capitano per sempre, Davide" lo stadio esplode "Astori!", lacrime che scendono sul volto di tutti: anziani, bambini e genitori. Quando rientrano in campo i giocatori rischiano di passare inosservati, non vola una mosca in tutto lo stadio, quasi si sentono i tacchetti che calpestano il manto erboso . Il silenzio di tutta Firenze è assordante.

Iniziato il match le emozioni che regala il terreno di gioco sono poche, almeno fino al minuto 13, quando a regalare spettacolo è di nuovo l'Artemio Franchi, e in particolare la Curva Fiesole che fa comparire una coreografia a sfondo viola con una scritta bianca al centro "Davide 13". In quel preciso istante comincia a piovere, casualità, tanto per far capire che non stanno piangendo solo persone presenti in tribuna . Il match - che si era interrotto durante la coreografia- riprende sulla falsariga dei primi minuti con la Fiorentina che si rende pericolosa in qualche occasione, soprattutto con il Cholito. Al 25esimo minuto su corner infatti è proprio la squadra di casa a portarsi in vantaggio su calcio d'angolo con Vitor Hugo, coincidenza vuole che il goal venga segnato alle 13:00 dal difensore centrale, che è alla presenza numero 13 in stagione e che proprio ieri sostituiva Astori. Il brasiliano esulta con una dedica particolare per il suo ex compagno di reparto, chapeau. 

Il primo tempo si chiude senza grandi occasioni da mettere a referto. La seconda metà di gara vede il Benevento più arrembante rispetto ai Viola, che sembrano sentire sulle gambe il fatto di non essersi allenati praticamente mai durante la settimana. La squadra campana gioca gran parte della ripresa nella metà campo della Fiorentina dominando a lunghi tratti il possesso palla, ma senza mai riuscire ad impensierire Sportiello. Si è palesato ancora una volta quanto il Benevento sia squadra ben organizzata e con sprazzi di gioco interessanti ma con un problema che sussiste da inizio stagione: qualcuno che la butti dentro. Per il resto prosegue tutto senza particolari emozioni fino al triplice fischio, quando alcuni giocatori della Fiorentina si lasciano cadere al suolo in lacrime liberandosi di tutto il dolore e la commozione accumulata durante la partita. 

Jovanotti ieri sera durante il concerto a Firenze ha di nuovo omaggiato il Capitano, cantando "Terra degli uomini" in un clima surreale. "Sono sempre i migliori ad andarsene, ci lasciano senza istruzioni"

ACF Fiorentina v Benevento Calcio - Seri
Fonte: l'autore Giacomo Mazzanti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.