Figuraccia Roma: un 7-1 a Firenze che sa di dejavù

Roma fatta viola: imbarcata storica al Franchi che vuol dire eliminazione e umiliazione. Tifosi imbestialiti e Di Francesco alle corde...

di Stefano Masini
Stefano Masini
(19 articoli pubblicati)
ACF Fiorentina v AS Roma - Serie A

Fiorentina Roma 7-1. Sì, avete letto bene: 7-1! Un risultato che nessuno avrebbe potuto pronosticare al calcio d'inizio e che avrà ripercussioni non indifferenti nella stagione della squadra capitolina. Va riconosciuto il merito ad una Fiorentina mattatrice e sempre più innamorata del proprio gioiellino Federico Chiesa, autore della sua prima tripletta da professionista. Tra le file della viola continua a brillare anche il neo-acquisto Luis Muriel, in rete con Marco Benassi ed il Cholito Giovanni Simeone (doppietta per lui). Gli uomini di Stefano Pioli approdano in semifinale di Coppa Italia dove non incontreranno Ronaldo & Co., bensì l'Atalanta che si è resa protagonista della roboante caduta dei campioni in carica.

E se a Firenze c'è clima di festa, a Trigoria non saranno ore serene: la campanella d'allarme già suonava da un pezzo, con i giallorossi che si ritrovano immischiati nella spietata corsa al 4° posto e rischiano seriamente di rimanere fuori dalla prossima edizione della UEFA Champions League.  I fantasmi sembravano essersi allontanati dal boxing day con il Sassuolo (da quel 3-1 in poi altre tre vittorie con 9 gol fatti e 2 subiti) e, invece, la scorsa giornata sono riemersi nella disfatta di Bergamo (da 0-3 a 3-3). Il quarto di finali di Coppa Italia poteva rappresentare un salvagente, ma sappiamo già com'è andato a finire: crollo totale, difesa imbarazzante e Dzeko espulso e accusato di un presunto sputo al direttore di gara Manganiello. Il 7-1, risultato che già aveva perseguitato in passato la Roma in campo europeo (nel 2007 con il Manchester United e nel 2014 con il Bayern Monaco), si ripresenta ora anche in patria. Batosta che non può che peggiorare una situazione già molto complicata. Son tornati i tempi cupi!

Chi ne pagherà le conseguenze? Tutto fa pensare ad Eusebio Di Francesco. Quando le cose non vanno come dovrebbero andare è quasi sempre l'allenatore a rimetterci e anche in questo caso si va verso quella direzione: la storia della Roma con il tecnico pescarese che l'aveva portata a sfiorare il sogno finale di Champions appena un anno fa potrebbe essere già ai titoli di coda. Va precisato, però, che non è affatto facile operare in una piazza tanto calorosa quanto esigente come quello della capitale. "Basta alibi. guardiamoci in faccia e vediamo che prestazione abbiamo fatto", così ha risposto Di Francesco ai microfoni nel post-partita; poi precisa "Sono molto deluso, ma non mi dimetterò".  Per il momento anche il ds Monchi gli rinnova la sua fiducia e si scusa con i tifosi. Eppure già si parla di un Paulo Sousa pronto a subentrare in panchina. Il tutto sarebbe alquanto interessante: un ex viola per ricucire una ferita causata - o quantomeno ingigantita - proprio dalla Fiorentina.

ACF Fiorentina v AS Roma - Coppa Italia
Fonte: l'autore Stefano Masini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.