Fideiussioni mancate, una vergogna tutta italica

Anche quest'anno si dovranno aspettare le decisioni dei tribunali. Eppure la norma esiste per le società, mentre voi non potete prendere un aereo...

di Marco Michelli
Marco Michelli
(51 articoli pubblicati)
palermo ancora a terra

Immaginate di aver comprato un biglietto su un volo di linea, magari per andare in vacanza. Il volo è previsto diciamo per le 9.00 di mattina e voi, che ben sapete l'importanza di arrivare almeno un'ora prima (se scali nazionali o più in caso di viaggi all'estero) vi alzate di buon mattino per arrivare in aeroporto. Tuttavia, capita l'imprevisto: incidente a catena sulla tangenziale e voi bloccati per ore... Risultato? Volo perso e addio vacanze.

Oppure pensate ad un concorso pubblico, dove per ottenere accesso fa fede il timbro postale della raccomandata di iscrizione: questa volta, ahimè, erroneamente avete dimenticato di inserire il cv. Risultato? Scaduti i termini, dovrete attendere una nuova sessione del concorso.

Questo per dire che ognuno di noi conosce bene le regole, molto spesso assurde ma pur sempre da rispettare, per partecipare a concorsi o essere ammessi chissà dove.

Ebbene le stesse regole esistono o dovrebbero esistere anche per l'iscrizione ai campionati di calcio nazionali. Dovrebbero perché troppo spesso vengono incredibilmente e senza ragioni oggettive disattese, creando situazioni al limite del paradosso e mettendo in difficoltà l'intero movimento calcistico e la sua credibilità.

La lezione dello scorso anno, dove la Serie C è iniziata senza tutte le squadre, appese a ricorsi per salti di categoria o mancanza di documentazione idonea, sembrava averle mostrate tutte e invece, anche quest'estate ci sarà da attendere l'intricato esito di carte bollate che gli avvocati si scambieranno per la sofferenza dei tifosi interessati.

Riassumiamo per completezza: alle 25:59 del 24/6 scadevano i termini per la presentazione delle iscrizioni, fatte di apposita documentazione e soprattutto della famigerata fideiussione, ovvero quella "particolare forma di tutela nella quale è la banca a garantire il puntuale adempimento della persona o della società sportiva che ne fa richiesta": tutte le squadre hanno inviato per tempo le proprie garanzie tranne una, il Palermo che, di fatto, dovrebbe essere esclusa dall'iscrizione e ripartire dai dilettanti con grande felicità del Venezia, vale a dire la prima ripescata che, nonostante la retrocessione ai playoff per mano della Salernitana, si ritroverebbe tra i cadetti.

Tutto fila? Non proprio, perché la dirigenza rosanero il giorno dopo si giustifica così: "C'è stato un problema tecnico alla piattaforma che emette i documenti di garanzia". E siamo certi che "l’impedimento per cause di forza maggiore non può essere addebitato come inadempimento".

Rileggiamo l'articolo della Gazzetta dello Sport sotto linkata per essere sicuri di aver letto bene: l'impedimento non vale come inadempimento!!!???!!! Cioè, se questo assunto vale per il Palermo calcio vale per il mondo intero: se faccio tardi in aeroporto l'aereo mi deve aspettare, se non mi iscrivo in regola ad un esame avrò il tempo per portare quanto manca anche se oltre i termini di legge, se faccio tardi in ufficio non mi devono trattenere lo stipendio, se non pago un debito in tempo non dovrò versare una penale e così via, per qualsiasi scadenza normata nel nostro quotidiano.

Sembra una battuta, così come sembra assurdo che una società sportiva attenda le 23:58 dell'ultimo giorno utile per inviare la propria iscrizione, eppure è proprio così che è andata. E sarà proprio questa la linea difensiva che i legali rosanero adotteranno nella ovvia bagarre legale estiva che ci attende. Già perchè il Venezia presenterà ricorso e il Palermo farà appello e così via, con tempi e ricorsi imprecisati.

Non me ne vogliano i già tanto vessati tifosi rosanero (e maltrattati da chi si avvicenda a guidare la società stessa), ma se le regole ci sono bisognerebbe che venissero applicate o cambiate senza alimentare dubbi e incertezze

Fino a quando il nostro tanto amato calcio dovrà vivere di insicurezze, mezzucci ed espedienti?

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-B/25-06-2019/mancata-fideiussione-replica-club-problema-tecnologico-siamo-posto-340351679799.shtml

La fonte dell'articolo è l'autore Marco Michelli

DI' LA TUA

4
4 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lu - 3 mesi

    E continuiamo a vivere di ricorsi e tribunali

  2. Lu - 3 mesi

    Povero Palermo, non trovano pace nè persone capaci per guidare una società storica

    1. Lu - 3 mesi

      E adesso la stessa proprietà si dice vittima… possibile siano dilettanti o peggio incapaci che si fanno prendere in giro da broker?

    2. mwm - 3 mesi

      Pare che non gli verranno riconosciute le giustificazioni. Rischiano di finire nei dilettanti…

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.