Favola Zapata: 13 gol nelle ultime sette e trono del gol

Poker contro il Frosinone ed ennesima domenica di gloria per il colombiano che non sembra avere intenzione di fermarsi... che sfida con Quagliarella e CR7!

di Stefano Masini
Stefano Masini
(19 articoli pubblicati)
Frosinone Calcio v Atalanta BC - Serie A

Allianz Stadium, Juventus-ChievoVerona. Minuto 52: il direttore di gara Piccinini concede un rigore ai bianconeri per fallo di mano di Bani. Dagli undici metri si presenta sempre lui, Cristiano Ronaldo, per portare la partita sul 3 a 0. Tira... parato! Proprio come nella partita di andata, Stefano Sorrentino nega al portoghese la gioia del gol. Un episodio ininfluente ai fini del risultato, tant'è che  i ragazzi di Allegri la chiudono definitivamente poco più tardi con un'incornata di Rugani. Se però Ronaldo avesse trasformato il suo penalty, ora sarebbe primo in solitaria nella classifica marcatori; così, invece, è fermo a 14 reti e deve condividere il trono dei bomber con il sempreverde Fabio Quagliarella e con l'atalantino Duván Zapata.

Proprio così: dopo un inizio a rilento, il colombiano continua a collezionare gol di domenica in domenica. In estate la società ha fatto un grande sforzo economico per strapparlo alla Sampdoria, 26 milioni di euro per quello che è il trasferimento più oneroso nella storia dell'Atalanta. Una scommessa vinta da Percassi & Co. che ora si coccolano un vero e proprio bomber di razza, in grado di mettere a segno ben 13 reti nelle ultime sette partite di campionato (14 se si considera anche l'ottavo di finale di Coppa Italia a Cagliari). Spicca, ovviamente, la prestazione di domenica al Benito Stirpe di Frosinone: due gol di testa, uno di sinistro e uno di destro. Duván è diventato il primo giocatore a segnare quattro volte nella stessa gara nel campionato 2018-19. Morale della favola? Uomo partita e pallone portato a casa. E non è neanche il primo; già contro i suoi ex compagni dell'Udinese si era messo in mostra con una splendida tripletta. Se continuerà ad offrire prestazioni del genere di sicuro non mancheranno i palloni in casa Zapata. 

Pensando al fatto che all'inizio di dicembre era ancora a quota 3 gol in 19 partite stagionali,  vederlo oggi al vertice della classifica marcatori fa un certo effetto. In meno di due mesi è riuscito a scrollarsi di dosso la nomina di bidone che in parecchi gli attribuivano e a dimostrare tutto il suo valore. Recenti le voci degli interessamenti di Inter e Roma, poi smentiti dal suo agente. Ma è normale che Zapata rappresenti in questo momento più che mai un profilo da monitorare per i top club italiani e non solo. Momentaneamente il colombiano pensa solo alla sua Dea e a continuare così. Obiettivo titolo di capocannoniere... Quagliarella e CR7 avvertiti.

La fonte dell'articolo è l'autore Stefano Masini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.