Fabio Capello e la maledizione della Coppa Italia

L'ex tecnico di Milan, Real Madrid, Roma e Juventus nella sua carriera ha vinto tutto, ma c'è una competizione che da allenatore non è mai riuscito a vincere...

di Luca95 Meringolo
Luca95 Meringolo
(116 articoli pubblicati)
SS Lazio v Atalanta BC - Tim Cup Preview

Dal 2018 Fabio Capello, dopo la sua ultima esperienza di allenatore  dello Jiangsu, ha deciso di abbandonare la carriera di allenatore e da quel momento lo si vede come opinionista Sky, specialmente nei turni di Champions League

Capello è stato sicuramente uno dei migliori allenatori che abbiano mai allenato una squadra di calcio, non solo è stato un grande calciatore, ma da allenatore ha vinto praticamente tutto tra Milan, Real Madrid, Roma e Juventus.  15 trofei (tra cui i 2 scudetti revocati) in 16 anni in cui ha allenato squadre di club (senza dimenticare le esperienze come Ct dell'Inghilterra e della Russia). 

Il tecnico friulano ha vinto da allenatore anche la Champions League da allenatore del Milan, contro il Barcellona per 4-0, partita ancora oggi considerata un capolavoro tattico, viste le assenze di 2 cardini della difesa come Baresi e CostacurtaMa nella sua lunga carriera da allenatore c'è un trofeo che non è mai riuscito a conquistare, la Coppa Italia, la quale curiosamente era stata il primo trofeo conquistato da calciatore, con la maglia della Roma nella stagione 1968/69. Eppure c'è un'altra curiosità, lui vinse la Coppa Italia primavera nella stagione 1984-85, da allenatore del Milan primavera. 

Fabio Capello da allenatore di club sono due volte è riuscito a portare in finale di Coppa Italia due sue squadre. E' successo nel 1997/98 e nel 2002/03, prima da allenatore del Milan e poi da allenatore della Roma. Certo, la Coppa Italia sparisce in confronto alla sua scintillante bacheca personale, ma certe volte è anche bello e particolare raccontare qualche aneddoto di questo sport oltre alle vittorie. 

Nella stagione 1997/98 il Milan  è una squadra in crisi, che ricalca il periodo negativo iniziato la stagione precedente, dopo 9 anni ai vertici con Sacchi e con lo stesso Capello. Nonostante il piazzamento in campionato sia modesto (10° posto finale), il "diavolo" approda alla finale di Coppa Italia.  Il percorso è stato netto, ma non privo di difficoltà: Dopo aver eliminato nell'ordine Reggina, Sampdoria, Inter (si ricorda un 5-0) e Parma (una doppia semifinale intensa e spettacolare) gli uomini di Capello arrivano in finale contro la Lazio. 

All'andata, nonostante la sofferenza, Weah al 90° sblocca la gara e permette al Milan di vincere la finale d'andata. Nel ritorno i rossoneri vanno subito in vantaggio con Albertini, ma la Lazio segna 3 gol in 10 minuti e si porta a casa il trofeo.  Stesso epilogo accade al tecnico friulano nel 2002/03 da allenatore della Roma.  Anche in quel caso la sua squadra in campionato non ottiene soddisfazioni (8° posto finale), ma la squadra capitolina si sveglia in Coppa Italia. 

Dopo aver eliminato nell'ordine Triestina, Vicenza e Lazio (ennesima vittoria da allenatore nei derby) la squadra di Capello arriva in finale contro il Milan di Ancelotti. Nella gara di andata i capitoli vanno in vantaggio grazie a Totti, ma i rossoneri la ribaltano per 1-4. Nel ritorno di San Siro, qualche giorno dopo la finale di Manchester la Roma va sullo 0-2 grazie ad una doppietta meravigliosa di Francesco Totti. Ma il Milan non ci sta e con Rivaldo e Inzaghi chiude il Match sul 2-2 e si regala la 5° Coppa Italia (unica nel palmares di Silvio Berlusconi)

Per ben 2 volte la Coppa Nazionale è sfuggita a Don Fabio, forse in quel momento era difficile portala a casa data la forza dell'avversario e le difficoltà delle sue squadre, in stagioni terribili e difficili. Ma nonostante questo Capello può ritenersi soddisfatto della sua carriera e poi c'è da dire una cosa, in mezzo a tutti quei trofei anche la stessa Coppa Italia si sentirebbe un pò in imbarazzo. 

Fonte: l'autore Luca95 Meringolo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.