Europa League: Villarreal e Astana ai sedicesimi

Nel girone A di Europa League i kazaki raggiungono i sedicesimi per la prima volta nella storia battendo ed eliminando lo Slavia Praga

di Davide Manca
Davide Manca
(438 articoli pubblicati)
Soccerex Global Convention - Day 1

Il girone A della UEFA Europa League termina con il passaggio di Villarreal e Astana. Il Maccabi di Jordi Cruijff, alla sua prima esperienza da manager, vince la sua prima partita di Europa League contro gli spagnoli. La squadra di Cruijff parte bene, ma è il VIllarreal ad andare vicinissimo al vantaggio dopo cinque minuti dall'inizio del secondo tempo: Chuca mette un bel cross a centro area, Mario González evita brillantemente la marcatura di Babin e fallisce da un metro a porta completamente vuota e a portiere battuto calciando al volo sopra la traversa. Il Villarreal schierato da Javi Calleja cede agli avversari al 60': Micha manda in porta Blackman, che si presenta davanti all'unico titolare messo in campo dal tecnico spagnolo, l'estremo difensore argentino Barbosa, e lo supera con un tiro piazzato.

Javi Calleja fa giocare 13 riserve su 14 (tra cui l'italiano Soriano) compresi i cambi e a tre minuti dalla fine si nota l'inesperienza di questa sorta di «VIllarreal B europeo»: Dani Raba mette un pallone in area, Mario González manda al bar tre difensori facendo la sponda di testa per Darío Poveda che, nonostante si ritrovi completamente solo a dieci metri dalla porta, vuole concludere l'azione «alla playstation» e va alla conclusione al volo: finisce 4 metri e mezzo oltre il palo alla sinistra di Rajković. Nel finale entra Battocchio nel Maccabi: Cruijff porta a casa il primo successo europeo e chiude da ultimo nel raggruppamento con 4 punti, mentre il Villarreal passa il turno da prima nel girone.

Decisamente più importante l'altro incontro del gruppo, quello tra Slavia Praga e Astana. Le due formazioni, rispettivamente a 8 e 7 punti, si giocano la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Sugli sviluppi di una punizione procurata da un fallo ingenuo di Sobol (SP), i kazaki passano in vantaggio al 38': cross a centro area, l'esperto Laštůvka (ex Bochum, Shakhtar, Fulham e West Ham) esce a vuoto, il pallone rimbalza su Necid (SP) e Aničić (A) spinge il pallone in rete, siglando il vantaggio per l'Astana che varrebbe la qualificazione. Lo Slavia Praga spreca diverse occasioni per rientrare in partita e in Europa, restando in svantaggio.

Al 95' Necid è sbilanciato e atterrato in area da Mally, tuttavia l'arbitro italiano Massa ammonisce erroneamente la punta per simulazione. Il tecnico campione di Repubblica Ceca in carica Šilhavý, pur con una squadra imbottita di giocatori esperti provenienti dal resto d'Europa quali Sobol (Shakhtar), Rotan (Dnipro), Danny (Zenit), Stoch (Fenerbahçe) e Halil Altintop (Augusta), quest'ultimo rimasto in panchina, esce dalla competizione UEFA in un girone che era alla portata della formazione praghese. Dall'altra parte, l'Astana trova un'impresa storica: nessuna squadra kazaka era mai arrivata così lontano in una competizione europea, superando la fase a gironi.

Fonte: l'autore Davide Manca

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.