Euro Under-21, è arrivata la “venganza”: Spagna campione d’Europa

Le Furie Rosse si aggiudicano la rivincita di Udine, Germania battuta 2-1 grazie a Fabian Ruiz e Dani Olmo. Inutile il gol di Amiri nel finale

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Spain v Germany - 2019 UEFA European Und

Vendetta, dolce vendetta. La Spagna di De La Fuente è campione d'Europa di categoria per la quinta volta nella sua storia (al pari dell'Italia) e spodesta proprio quella Germania che due anni fa, a Cracovia, infranse il sogno delle Furie Rosse sul più bello. Una vittoria finale per 2-1 figlia di una superiorità manifesta palesatasi, oltre che in finale, per quasi tutta la durata del torneo, eccetto per il passo falso all'esordio contro l'Italia padrona di casa. Alla Dacia Arena di Udine, si è vista una Germania costantemente alle corde, che ha provato in qualche modo a contrastare la supremazia rossa, ma ha pagato caro una presenza troppo leggera in zona-tiro, dove gli attaccanti tedeschi hanno creato pochi grattacapi al portiere iberico Sivera. Tornando agli spagnoli, nell'economia della vittoria finale sono state decisive le promozioni a titolari di Dani Olmo, Marc Roca, Nuñez, Junior Firpo e Pablo Fornals, che hanno letteralmente rivoltato come un guanto la Roja dopo il disastroso esordio di Bologna contro gli Azzurrini, anche se i veri trascinatori sono stati Oyarzabal, Ceballos e Fabian Ruiz. Per quanto riguarda la Germania, gli uomini di Kuntz possono comunque essere orgogliosi del cammino nel torneo, considerando anche il fatto che erano assenti gran parte dei big nel giro della Nazionale maggiore.

Parlando della partita, la Spagna parte fortissimo e costringe al torello i giocatori tedeschi tramite una fitta rete di passaggi orchestrata dai suoi funambolici centrocampisti, per poi colpire subito al 7' con Fabian Ruiz, che con un sinistro a giro dai 25 metri beffa l'incolpevole Nubel e porta in vantaggio i suoi. Ci si aspetta una reazione veemente ed immediata dei tedeschi, ma la Spagna inizia a dare del "tu" al pallone e lo nasconde agli interditori. Al 32', la Spagna ha un'occasione per raddoppiare ancora con Fabian Ruiz, il quale tenta la perla su calcio di punizione da posizione abbastanza defilata, ma il pallone termina sopra la traversa. La Germania si affaccerà per la prima volta davanti a Sivera solo nel finale di tempo, con il tentativo di Öztunali ribattuto in angolo dalla difesa iberica.

Nella ripresa, la Germania sembra rientrata in campo più convinta dei propri mezzi e, attraverso la fisicità e alla velocità, prova a mettere in difficoltà il palleggio spagnolo e a sorprendere la retroguardia avversaria con fiammate improvvise, così da far arretrare il baricentro del centrocampo degli iberici. Tra i più attivi, il capocannoniere del torneo, Luca Waldschmidt, il quale ha provato a sorprendere Sivera con un paio di tentativi dalla distanza e, in uno dei due, ci stava quasi riuscendo, con il portiere spagnolo che si era fatto sfuggire la sfera dalle mani, ma era stato pronto Vallejo a chiudere in corner sulla ribattuta. L'ingresso in campo di Neuhaus come risposta a quello di Soler per la Spagna non sembra smuovere la situazione in positivo per i tedeschi, anzi, su un pallone perso proprio dal neo-entrato, si innesta il contropiede iberico che porta alla conclusione di Fabian Ruiz da fuori area: Nubel respinge male e, sulla ribattuta, arriva puntuale il tap-in di Dani Olmo con uno scavetto d'autore che vale il raddoppio al 69'.  A questo punto la partita sembra finita e la Spagna va più volte vicina al terzo gol: al 76', Fabian Ruiz ignora Junior Firpo libero in area e tenta un diagonale che termina sul fondo; al 81', Soler colpisce la traversa con una conclusione dal limite dell'area. Nel frattempo, nella Germania entrano Nmecha e Richter e la partita cambia: prima Waldschmidt si divora, al 83', il comodo pallone che avrebbe potuto riaprire al partita; poi, al 88', Amiri indovina il tiro dalla distanza che riapre la partita, complice una deviazione di Vallejo che scavalca imparabilmente Sivera. Nel finale, la Germania tenta l'arrembaggio, ma la difesa spagnola resiste e, al triplice fischio dell'arbitro, la Spagna può festeggiare un successo che mancava da Israele 2013. La Germania è costretta ad abdicare.  

Spain v Germany - 2019 UEFA European Und
Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.