Divi o giocatori? Il calcio cambia la percezione della realtà?

Come vengono percepiti i calciatori in relazione a professionisti di altri sport?

di Lorenzo Ciotti
Lorenzo Ciotti
(122 articoli pubblicati)
Paris Saint-Germain FC v Olympique de Ma

Il divo non è più esclusivamente l'attore o il cantante. Ormai anche gli sportivi professionisti di alto livello sono considerati dei divi. David Beckham è stato il primo esempio di star in grado di massimizzare se stesso, vendendosi come un prodotto commerciale che ha messo insieme un business e introiti  invidiabili. Oggi questo ruolo lo svolge al meglio Cristiano Ronaldo. Inestimabile professionista, il portoghese è stato in grado di costruirsi una carriera strepitosa e oggi, il suo nome è un vero e proprio brand, quel CR7 ormai conosciuto a ogni angolo del mondo. 

Non ci stupisce che la Juventus abbia investito 110 milioni di euro per acquistare un giocatore di trentatré anni. Ancora fisicamente al top, parliamo probabilmente dell'attaccante più forte di tutti i tempi, in grado di garantire ancora almeno altri tre anni al massimo livello. Ma qui si parla anche di un business che va oltre il calcio. Quella di Ronaldo è un'immagine che si vede stampata in molte cover pubblicitarie, che ha fatto andare sold out la vendita delle magliette con il numero sette negli store della Juve in poco tempo.

La vita da stella che accompagna quella del professionista. Sempre al centro di love stories con modelle di bellezza mozzafiato, abiti griffati all'ultimo grido e ville lussuose. Ma l'eleganza e il saper essere divo (e allo stesso tempo il saper essere professionista esemplare) di un Beckham o un Ronaldo non vale per tutti i calciatori. Molti scadono nel volgare o nel trash, affogando ormai in un oceano dorato senza riuscire a scrollarsi di dosso etichette e giudizi in parte scontati e stucchevoli, in parte meritati. Poi ci sono antidivi di una professionalità esemplare, con una carriera da vincenti, lontano da riflettori e telecamere, come possono essere stati Pavel Nedved o Javier Zanetti.

Come sono visti i calciatori oggi dagli appassionati e non? Soprattutto rapportati a professionisti di altri sport? In molti facilmente darebbero un banale quanto scontato giudizio, di come i calciatori siano figurine viziate, diciottenni fenomenali (?) che guadagnano sei milioni di euro a stagione senza faticare, senza sacrifici. Ignorando la parte degli allenamenti e della fatica fisica e psicologica, del non vedere spesso la famiglia e le persone care. Tralasciamo per oggi il discorso stipendi, se ne è già parlato.

Ma in confronto alla classe di Roger Federer e al garbo di Rafael Nadal nel tennis, è chiaro che il paragone diventa per alcuni imbarazzante. Solo per alcuni, visto le tamarrate e i comportamenti che hanno caratterizzato tennisti come Nick Kyrgios. Distante anni luce dal rugby, con il fair play al centro del tutto, come si cerca di fare nel calcio. I divi di oggi, negli altri sport, sono (o sono stati di recente) Usain Bolt, Lewis Hamilton, Floyd Mayweather, Kobe Bryant e Lebron James.

Tuttavia è quasi solo intorno al calcio che si generano polemiche sul divismo dei giocatori. Questo accade non solo nel nostro Paese ma anche da altre parti, come Inghilterra, Francia e Germania. Giusto o sbagliato che sia, è questo il prezzo da pagare quando si è un calciatore professionista di alto livello? Un detto popolare dice che il rugby è uno sport da bestie giocato da gentiluomini, mentre il calcio è uno sport da gentiluomini giocato da bestie. Troppo lontano o troppo vicino alla realtà? 

Fonte: l'autore Lorenzo Ciotti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.